Dalmine e la mozione della discordia: lunedì presidio davanti al Comune - BergamoNews
Il caso

Dalmine e la mozione della discordia: lunedì presidio davanti al Comune

Se approvata dalla maggioranza di Dalmine (Lega, “Noi siamo Dalmine e “Dalmine - Insieme si può”) chi avrà la necessità di affittare spazi e sale pubbliche dovrà dichiararsi anticomunista e contro i radicalismi religiosi

Continua a far discutere la mozione che la maggioranza di Dalmine (targata Lega, “Noi siamo Dalmine e “Dalmine – Insieme si può”) ha intenzione di approvare a partire dal 29 settembre. In pratica, prevede che chiunque avrà la necessità di affittare spazi e sale di proprietà del Comune dovrà dichiararsi anticomunista e contro i radicalismi religiosi.

Lunedì 28 settembre – alle 17,30, in concomitanza del Consiglio comunale – ci sarà un presidio davanti al Comune, annunciato da Rifondazione Comunista: “Riteniamo impresentabile la mozione che la maggioranza di Dalmine intende invece presentare e approvare – spiegano i suoi esponenti -. Un atto amministrativo e politico che subordinerebbe le autorizzazioni all’uso del suolo pubblico e degli spazi di proprietà comunale ad una dichiarazione di condanna di tutti i regimi e delle ideologie ispirate non solo al nazismo e al fascismo come impone la Costituzione, ma anche ‘al comunismo nonché ai radicalismi religiosi’. Una mozione che tende quindi a limitare la libertà dei cittadini di esprimere opinioni politiche e religiose”.

Concludono con una provocazione: “A quando il divieto di esecuzione dell’Internazionale o magari anche di Imagine di John Lennon?”.

leggi anche
  • Il caso
    “La mozione di Dalmine nega diritti e valori della Costituzione antifascista”
    Costituzione
  • Lunedì il voto
    Dalmine, spazi pubblici solo a chi si dichiara “anticomunista e contro i radicalismi religiosi”
    Comune di Dalmine
  • Consiglio comunale
    Dalmine ha deciso: spazi pubblici solo se anticomunisti; il Pd: “Mozione illegittima”
    consiglio comunale dalmine (foto Nostra Dalmine)
  • Dopo le polemiche
    Dalmine, il sindaco difende la mozione contro i regimi: “Chi la contesta nega la storia”
    Francesco Bramani
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it