Athletic Elite Meeting, successo e record personale per Erica Maccherone - BergamoNews
100 ostacoli

Athletic Elite Meeting, successo e record personale per Erica Maccherone

La 19enne orobica ha completato la propria prova in 14"22

Il vento non ferma la rincorsa degli ostacolisti dell’Atletica Bergamo 1959 che si sono messi in luce durante l’edizione 2020 dell’Athletic Elite Meeting svoltosi a Milano nel pomeriggio di sabato 26 settembre.

La formazione orobica si è infatti imposta nelle prove veloci grazie a Erica Maccherone e Samuele Maffezzoni che hanno dominato rispettivamente i 100 metri femminili e i 110 maschili juniores.

Reduce dalle fatiche dei Campionati Italiani, la 19enne allenata da Angelo Alfano ha sfruttato al meglio le condizioni offerte dalla pista del Campo XXV Aprile fermando il cronometro in 14”22,.

In grado di migliorare di sei centesimi il personale realizzato sette giorni prima, la giovane orobica si è dimostrata ancora una volta in grande crescita anticipando di oltre un secondo Francesca Bergamin (A.S.D. Team Treviso).

Eolo non ha offerto invece i propri favori al 18enne mantovano che si è dovuto accontentare di avvicinare il proprio primato senza abbatterlo.

L’allievo di Fausto Frigerio ha tagliato il traguardo meneghino in 14”26 precedendo così di 22 centesimi Riccardo Legnani (U.S. Sangiorgiese, 14”48) e di sei decimi il compagno Fabio Izzo (14”86).

Affermazione particolare per Mame Moussa Ndaye che ha archiviato la delusione tricolore vincendo sui 300 metri.

Il portacolori dell’Atletica Pianura Bergamasca si è cimentato sull’inusuale distanza abbassando di oltre dieci secondi il proprio record realizzato oltre sei anni fa.

Fra le donne quinto posto per Francesca Aquilino (Bracco Atletica) che non ha ripetuto la prestazione ottenuta poco più di un anno fa a Lugano.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it