La gomma "di scarto" riprende vita: la straordinaria innovazione del gruppo Oldrati - BergamoNews
L'idea

La gomma “di scarto” riprende vita: la straordinaria innovazione del gruppo Oldrati

Ricerca e sviluppo hanno portato l'azienda di Villongo, in piena "Rubber Valley", a creare un processo unico che rigenera completamente la gomma.

Immaginate di prendere della gomma vulcanizzata solitamente destinata alla discarica e di rigenerarla, creando nuovi prodotti e riducendo così l’impatto sull’ambiente.

Il processo, che prende il nome di OGreen Rubber, è stato inventato dal Gruppo Oldrati, importante realtà industriale fondata a Villongo nel 1964 che oggi è tra i leader mondiali nella produzione di manufatti in gomma, plastica e silicone.

Nel cuore della “Rubber Valley” tra le province di Bergamo e Brescia, la Oldrati da anni investe regolarmente in innovazione e ricerca, sfruttando sempre le più moderne tecnologie e affidandosi all’alto know-how aziendale.

Così, portando a termine un progetto iniziato già negli anni ’80, sono riusciti a trasformare la semplice operazione di riciclo della gomma, che solitamente si traduce nella trasformazione della stessa in materiale granulare da inserire in altri prodotti, in un processo innovativo capace di riportare la gomma arrivata a fine ciclo praticamente al suo stato iniziale.

Dagli scarti di lavorazione o materiali che non vengono utilizzati si genera nuova gomma, innescando un ciclo virtuoso dal quale si trae un grosso beneficio a livello ambientale: la tecnologia di Oldrati Group riporta la gomma a materia prima “vergine”, senza l’utilizzo di materie chimiche.

Un’iniziativa straordinaria che il Ceo dell’azienda, Manuel Oldrati, ha raccontato a Luca Viscardi, alias Mister Gadget.

leggi anche
  • Innovation day
    Un milione di euro per la digitalizzazione delle imprese bergamasche
  • Villongo
    Nasce la Oldrati Gomma Line, la joint venture tra Oldrati Group e Gomma Line
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it