Inail: a Bergamo 2.452 infortuni e 37 morti sul lavoro causa Covid - BergamoNews
Numeri da primato

Inail: a Bergamo 2.452 infortuni e 37 morti sul lavoro causa Covid

Sanità in testa, ma sale il manifatturiero. Mazzola, Cisl: "Rilanciare e applicare i protocolli anti contagio"

Sono 2.452 i casi di infortunio da Covid-19 registrati a Bergamo dall’Inail alla fine di agosto. A fare il punto della situazione è l’ottavo report nazionale elaborato dalla Consulenza statistico attuariale dell’Istituto.

A livello nazionale, i contagi sul lavoro denunciati all’Inail al 31 agosto sono 52.209 (con un’incidenza del 19,4% rispetto al totale dei contagiati nazionali comunicati dall’Istituto superiore di sanità alla stessa data), 846 in più rispetto a quelli rilevati dal monitoraggio al 31 luglio.

In Lombardia si registra oltre un terzo dei casi. Dall’analisi territoriale emerge infatti che più di otto denunce su 10 siano concentrate nel Nord Italia. La provincia più colpita è quella di Milano (11,0%), seguita da Brescia (5,5%) e Bergamo (4,7%, il 13,1 a livello regionale), che con 37 decessi, pari al 12,2% del totale, è al primo posto tra le province con più casi mortali, seguita da Milano (8,3%) e Brescia (7,9%).

Nei casi registrati in Regione Lombardia, l’età più colpita si trova nella fascia dai 49 ai 64 anni, dove si trova l’83% degli infortunati, il 72% dei quali è donna.

“Il 78,6% dei lavoratori coinvolti sono impegnati nel settore della sanità e dell’assistenza sociale (erano il 79,9% a giugno 2020 ndr), mentre il 22,4% delle denunce ha coinvolto lavoratori del manifatturiero, dei servizi, della ristorazione o di altri settori – dice Danilo Mazzola, segretario provinciale Cisl -. Quest’ultimo dato è in crescita rispetto ai mesi precedenti (a giugno 2020 era del 20,1% ndr) ed evidenzia come l’attenzione e la prevenzione nei luoghi di lavoro vada tenuta alta. In una fase come quella che stiamo affrontando, che vede l’aumento dei contagi – conclude – vanno rilanciati e applicati nei luoghi i lavoro, con ancora più determinazione, i protocolli anti contagio definiti a livello nazionale e provinciale nei scorsi mesi”.

leggi anche
  • Cisl lombardia
    Morti sul lavoro, il triste primato di Bergamo: 36 vittime a causa del Covid
  • I dati di martedì 22 settembre
    Covid: in Lombardia quasi 15mila tamponi e 182 positivi, 11 a Bergamo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it