BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubriaca di pomeriggio, investe un’anziana sulle strisce: addio patente

La donna ha fatto un volo di 7 metri e ora è in ospedale. Altri episodi simili rilevati dalla polizia locale seriatese nei giorni scorsi

Più informazioni su

Ubriaca, di pomeriggio, investe un’anziana sulle strisce pedonali. È successo nei giorni scorsi in via Nazionale a Seriate, dove gli agenti della polizia locale sono intervenuti per un incidente.

Arrivati sul posto hanno ricostruito la dinamica. Intorno alle 16.30 la donna, 30 anni, della zona, ha travolto un’anziana mentre attraversava sulle strisce pedonali, facendola sbalzare a sette metri di distanza. Subito soccorsa, è ricoverata alle Cliniche Gavazzeni di Bergamo, anche se non sarebbe in pericolo di vita.

In seguito agli accertamenti, la conducente dell’auto è risultata in stato di ebbrezza, con un tasso superiore al doppio del limite massimo consentito. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro penale, la patente le è stata ritirata e trasmessa alla Prefettura di Bergamo per la revoca. Pregiudicata per reati contro il patrimonio, è stata anche deferita all’autorità giudiziaria per lesioni e guida in stato di ebbrezza.

Un altro ubriaco al volante, di pomeriggio, è stato pizzicato dagli agenti seriatesi giovedì in via Roma. Si tratta di un 40enne del paese, incensurato, che aveva tamponato in modo violento il veicolo che lo precedeva.

L’uomo, accompagnato al comando di via Paderno, è risultato sotto l’effetto di sostanze alcoliche con un tasso di 3,30 grammi per litro, sei volte oltre il limite consentito. Il 40enne ha ammesso di aver bevuto qualche bicchiere di troppo a tavola e si è scusato.

Sempre la Polizia Locale di Seriate ha fermato un 30enne che aveva commesso un’infrazione al codice della strada. Durante il controllo l’uomo è andato improvvisamente in escandescenza, inveendo contro gli agenti e asserendo di esser di fretta perché si stava recando al lavoro ed era in ritardo.

Dagli accertamenti è emerso che la sua auto era già stata sottoposta a sequestro nei giorni precedenti e quindi non avrebbe potuto circolare. Inoltre il conducente non aveva con sé la patente di guida, peraltro scaduta dal 2016 e mai rinnovata.

Per il giovane, pregiudicato per spaccio di sostanze stupefacenti, è scattata la confisca del mezzo ai fini dell’alienazione, la revoca della patente, e una sanzione di oltre 2000 euro.

Lo stesso corpo di Polizia ha deferito in stato di libertà un 16enne e un 30enne di origine magrebina per resistenza a pubblico ufficiale e occupazione abusiva di stabile. L’intervento a seguito di una segnalazione da parte del custode di una villa disabitata del paese.

Sorpresi all’interno, i due hanno aggredito gli agenti con spintoni e calci, prima di essere bloccati. Sottoposti ai rilievi foto dattiloscopici perchè privi di documenti, sono risultati pregiudicati per reati inerenti lo spaccio e contro il patrimonio, oltre che irregolari in Italia.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.