Seggi in ospedale, Anelli: "Mascherine e guanti forniti dalla Regione, non dal governo" - BergamoNews
La denuncia

Seggi in ospedale, Anelli: “Mascherine e guanti forniti dalla Regione, non dal governo”

Il capogruppo della Lega al Pirellone attacca: “Mamma Regione si è mossa immediatamente per risolvere anche questo disagio causato dal Governo”.

“Per l’ennesima volta Regione Lombardia ha dovuto intervenire per sopperire alle mancanze dello Stato centrale. Oggi è stata la volta dei seggi elettorali negli ospedali con più di 100 posti letto, dove lo Stato avrebbe dovuto inviare guanti, mascherine e tutti gli altri Dispositivi di Protezione Individuale previsti dalle normative per il regolare svolgimento delle operazioni di voto”.

Così Roberto Anelli, capogruppo della Lega al Pirellone, interviene in merito all’allestimento nei seggi nelle strutture ospedaliere lombarde.

“Tutto il materiale avrebbe dovuto essere distribuito dal Ministero degli Interni ma non è mai giunto a destinazione e così ‘mamma Regione’ si è mossa immediatamente per risolvere anche questo disagio causato dal Governo”.

“Un ringraziamento speciale – conclude Anelli – va all’Assessore Pietro Foroni e alla Protezione Civile regionale che in tempi rapidissimi ha provveduto alla consegna dei DPI ai Comuni interessati, i quali hanno inoltrato il materiale ai seggi elettorali negli ospedali lombardi con più di cento posti letto”.

leggi anche
  • Il consiglio
    Mascherine Ffp2 non a norma, la farmacista: “Ecco alcuni consigli utili”
    ruzzini ffp2
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it