Quantcast
Atalanta, contratto allungato col Gasp e sempre più vicino il vice-Zapata Lammers - BergamoNews
Le ultime

Atalanta, contratto allungato col Gasp e sempre più vicino il vice-Zapata Lammers

Un altro anno insieme al mister della Champions: scadenza al 2023 con opzione per il 2024. E il 14 ottobre la Nazionale a Bergamo

A una settimana dall’esordio in campionato, l’Atalanta fa la messa a punto del motore che dovrà essere pronto anche per la Champions (1° ottobre il sorteggio, dal 20 le partite dei gironi).

Intanto la prima mossa per cominciare bene il campionato è con l’allenatore: l’Atalanta prolunga con Gasperini fino al 2023, allungando di un anno il contratto in essere, portando quindi la scadenza al 30 giugno 2023, con opzione per un altro anno fino al 2024. Ovviamente con un ritocco all’ingaggio verso l’alto: quello attuale è di 2,2 milioni netti all’anno. Praticamente, Gasp a vita, come ha ripetuto più volte il presidente Antonio Percassi.

Ed è l’attestato di stima più diretto del club nerazzurro verso colui che ha fatto fare un salto di qualità straordinario, raggiungendo ogni volta la qualificazione alle coppe europee e negli ultimi due anni alla Champions.

Ma naturalmente si continua a parlare di mercato (fino al 5 ottobre) e sabato 19 settembre dovrebbe arrivare a Bergamo anche l’attaccante, quello che si potrebbe considerare il vice Zapata, cioè Sam Lammers, che ormai ha chiuso con il Psv Eindhoven e si prepara a raggiungere gli altri due olandesi de Roon e Hateboer in nerazzurro. Il passaggio di Lammers all’Atalanta è ormai concluso per 10 milioni.

Resta aperto il discorso per l’esterno sinistro, con obiettivo che sembrava puntato sul greco Giannoulis del Paok Salonicco (ha anche fatto gol nell’ultima partita di qualificazione, quando i greci hanno eliminato il Benfica), ma poi è spuntata l’ipotesi dello spagnolo Junior Firpo, 24 anni, mancino molto veloce del Barcellona che sa fornire assist e inserirsi bene in area. Chiaro che nel club blaugrana era chiuso da altri big, si è visto nel finale della partita con il Napoli l’8 agosto, al posto di Suarez.

Per sabato 19 settembre è stato fissato un altro test/allenamento a Zingonia, alle ore 15 contro il Ravenna, squadra di Serie C. Si gioca sempre a porte chiuse, sempre indisponibili Gollini, Pessina e Miranchuk, oltre a Ilicic che prosegue il programma di recupero grazie anche ai compagni che gli sono vicini e in settimana ha partecipato anche a una cena con tutta la squadra, al Ristorante don Mario di Cavenago, amico del Papu Gomez.

Infine, si attende solo l’ufficialità per Italia-Olanda a Bergamo anzichè a San Siro. Uefa e Figc hanno già dato l’ok allo spostamento della sede della partita valida per la Nations Cup, il 14 ottobre alle 20,45 e così la Nazionale tornerebbe a Bergamo quasi 14 anni dopo l’ultima partita, allora un’amichevole il 15 novembre 2006, Italia-Turchia 1-1 (gol di Di Natale e autorete di Materazzi).

Commissario tecnico era Donadoni, in campo anche ma come giocatore nella precedente esibizione degli azzurri a Bergamo, il 24 gennaio 1987 per le qualificazioni europee, Italia-Malta. Finì con una goleada, 5-0 e le reti di Bagni, Bergomi, 2 Altobelli e una Vialli.

Tra l’altro, secondo le ultime dichiarazioni del ministro Spadafora che ha aperto al pubblico negli stadi (come richiesto più volte anche dal presidente della Federcalcio, Gravina), al Gewiss Stadium potrebbero essere ammessi mille spettatori e questo dovrebbe valere anche per Atalanta-Cagliari del 4 ottobre alle 12,30. Per ora si gioca ancora a porte chiuse, possibile che per il calcio la mini apertura scatti da sabato 26 quando si giocherà (alle 15) Torino-Atalanta.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
toloi-papu
Doppio match
Muriel e Toloi fanno doppietta; sabato 26 si fa sul serio (e Toro già ko)
Stadium tifosi
Il parere
I tifosi atalantini bocciano la mini apertura: “Stadi solo per mille? Anche no”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI