BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Per mio figlio disabile non ci sono fondi”, la sindaca: “Pronti ad aiutarlo”

Lo sfogo di una mamma sull'impossibilità di garantirgli assistenza durante la mensa scolastica. La risposta dell'amministrazione: "Trovata una soluzione"

“Buongiorno. Sono una lavoratrice e mamma di tre bambini, di cui uno soffre di una gravissima disabilità”. Comincia così la lettera che Michela Ferri, residente a Cologno al Serio, ha inviato alla nostra redazione per chiedere aiuto.

“Con l’inizio di questo anno scolastico un po’ particolare – spiega – mi sono ritrovata una bruttissima sorpresa. Mi è stato comunicato dalla sindaca del mio paese che non ci sono fondi per pagare l’assistente educatore a mio figlio per tutto il periodo dell’orario scolastico, sono quindi costretta a riportare a casa mio figlio a pranzo perchè altrimenti rimarrebbe da solo in mensa e questa cosa è impossibile”.

Chiude il suo appello con un interrogativo: “Come faccio io che sono obbligata a lavorare e nessuno mi può aiutare? Come è possibile che una famiglia con un figlio disabile possa essere abbandonata così dalle nostre istituzioni? Sempre per questioni di soldi”, fa notare.

La replica

Contattata, la sindaca Chiara Drago ha inizialmente ammesso le difficoltà nell’accogliere la richiesta della signora Ferri, specificando come al bambino fossero comunque garantite le stesse ore di assistenza scolastica dello scorso anno, oltre alle 40 previste durante il Cre nel periodo estivo. Offrire una copertura anche durante la mensa – fanno capire dall’amministrazione – significava con ogni probabilità togliere ore ad altri bambini.

Dopo un colloquio, tuttavia, le parti sembrano essere giunte ad una soluzione. E la promessa della sindaca Drago: “Fatti due conti, dovremmo riuscire a garantire l’assistenza al bambino durante la mensa quando non c’è scuola il pomeriggio. La nostra amministrazione è sensibile al tema – tiene a specificare -. Abbiamo realizzato per primi un laboratorio per disabili pomeridiano, sostenuto con i fondi del Comune e una minima compartecipazione delle famiglie. Lo scorso anno, invece, abbiamo recuperato un’ala della scuola primaria per fare dei laboratori attrezzati per bambini con disabilità. Anche per il Cre estivo – conclude la sindaca – abbiamo investito circa 70 mila euro per l’assistenza ai bimbi disabili, garantendo un educatore per tutte le ore di frequenza”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.