• Abbonati

Fisco Facile

Fisco facile

Bonus pubblicità: regime straordinario 2020 e comunicazione entro il 30 settembre

La disciplina del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari ha subito ripetuti cambiamenti normativi a seguito della recente emergenza sanitaria.

La disciplina del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari ha subito ripetuti cambiamenti normativi a seguito della recente emergenza sanitaria.

Sulla base della nuova disciplina è ora applicabile un regime straordinario di accesso al credito d’imposta che, limitatamente all’anno 2020, prevede:

il riconoscimento sottoforma di credito d’imposta del 50% dell’intero valore degli investimenti pubblicitari effettuati dal 01/01/2020 al 31/12/2020 su giornali quotidiani e periodici, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali non partecipate dallo Stato;

sono ammessi tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, i lavoratori autonomi e gli enti non commerciali che hanno effettuato investimenti pubblicitari nel 2020, indipendentemente dagli investimenti effettuati nel 2019 (insussistenza del requisito di incrementalità della spesa). Pertanto rientrano nella platea dei soggetti beneficiari anche chi non ha fatto investimenti nell’anno precedente o chi ha iniziato l’attività nel 2020;

l’effettivo sostenimento delle spese deve risultare da apposita attestazione rilasciata da commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro legittimati a rilasciare il visto di conformità, ovvero dai soggetti che esercitano la revisione legale dei conti;

il credito è utilizzabile unicamente in compensazione presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, fermo restando il limite previsto dalla regolamentazione “de minimis”;

le risorse disponibili ammontano complessivamente a 85 milioni di euro, ripartiti in 50 milioni per gli investimenti effettuati su giornali quotidiani e periodici anche online, e 35 milioni per gli investimenti effettuati sulle emittenti televisive e radiofoniche. L’ordine cronologico di invio delle domande non determina la priorità di concessione del bonus (non si tratta di un click day) ma il credito riconosciuto a ciascun beneficiario sarà rideterminato proporzionalmente in base alle risorse disponibili.

Il modello “Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali” (ultimo aggiornamento del 28 agosto 2020) dovrà essere presentato entro il 30/09/2020 attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Per chi avesse già trasmesso la comunicazione nel mese di marzo 2020 secondo la precedente disciplina, potrà attendere la rideterminazione del credito spettante sulla base dei nuovi criteri di calcolo da parte dell’Agenzia, oppure potrà presentare entro il 30/09/2020 la nuova comunicazione che sostituisce quella precedente.

A completamento della procedura per ottenere il bonus pubblicità, dopo la comunicazione di accesso da presentate entro la fine del mese, dovrà essere presentata nel mese di gennaio 2021, sempre tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate, la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettivamente realizzati.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
leggi anche
Serramentisti, incontro gratuito
Confartigianato
Serramentisti, incontro gratuito su bonus fiscali, incentivi e marcature CE
Panificio
Le reazioni bergamasche
Bonus per chi acquista nei negozi dei centri storici? “Speriamo sia vero”
Soldi pubblici
Fisco facile
Via il bonus Renzi, nuova integrazione al reddito di 100 euro: per chi
spid
Fisco facile
Dal 1° ottobre obbligatorio dotarsi dello Spid: cos’è e come si attiva
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI