Scuola: studenti, insegnanti, genitori... raccontateci il vostro nuovo inizio - BergamoNews
Testimoni

Scuola: studenti, insegnanti, genitori… raccontateci il vostro nuovo inizio

Qualche riga, un'immagine, un breve video... mandate una testimonianza dalle vostre classi a bergamonews@gmail.com

Lunedì finalmente si torna in classe. Con preoccupazione, con titubanza, ma soprattutto con tanta tanta voglia di riprenderci la normalità abbandonata ormai sei mesi orsono a Bergamo e nella provincia tutta.

Ogni istituto, ogni aula, ogni protagonista vivrà il proprio nuovo inizio tra i banchi, distanziati, con o senza rotelle, in modo diverso: per qualcuno filerà tutto liscio come l’olio, altri incontreranno problemi più o meno gravi.

Detto che un po’ di tolleranza e pazienza sono necessarie, anzi indispensabili dopo un evento così devastante e così invadente come la pandemia da Covid vissuta sulla nostra pelle, vi invitiamo, studenti, insegnanti, genitori, a mandarci una testimonianza del vostro primo giorno della nuova scuola: qualche riga, un’immagine, un breve video…. raccontatecelo e noi lo pubblicheremo.

Potete mandare a bergamonews@gmail.com

leggi anche
  • Dopo il covid
    “Iniziano le scuole: ma, stando alla App di Trenord, restano troppe soppressioni dei treni”
    biglietteria trenord
  • L'attacco
    Salvini: “In Lombardia 43mila alunni disabili, invisibili per il ministro”
    Generico settembre 2020
  • La novità
    Cambia la storia del Lussana: l’educazione fisica sarà mista
    Liceo Lussana
  • L'assessore al welfare
    “Distanza, mascherina, pulire le mani e areare gli ambienti”, le 4 armi di prevenzione di Gallera
    Gallera
  • Bergamo
    Scuola, assembramenti al secondo turno di entrata
    Scuola, a Bergamo si ricomincia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it