BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, aperto il sottopassaggio ciclopedonale tra Loreto e l’ospedale

L'intervento fa parte del progetto più ampio di collegamento ciclopedonale da Est a Ovest della città.

Più informazioni su

Dalla mattinata di lunedì 14 settembre i quartieri del Villaggio degli Sposi e di Loreto sono collegati da un nuovo tratto ciclopedonale, che dalla stazione ferroviaria dell’ospedale Papa Giovanni XXIII si snoda fino al parco Beata Cittadini: è stato infatti aperto nelle scorse ore – in occasione della riapertura delle scuole e nella Settimana Europea della Mobilità Sostenibile – il sottopasso ciclopedonale legate alla realizzazione del polo ricettivo lungo la via Briantea.

ciclabile loreto ospedale

Un investimento importante, di quasi un milione di euro e che prevede anche la realizzazione di un parcheggio da 80 posti sul lato della Briantea: la pista ciclabile è lunga 500 metri e passa sotto la via Briantea e la linea ferroviaria verso Carnate, collegando la zona dei campi sportivi di Loreto a via Brambilla, che costeggia a sud l’ospedale Papa Giovanni XXIII. Il sottopasso è anche fondamentale per il collegamento del polo scolastico di Longuelo con la zona dell’ospedale e la rete di trasporti provinciali.

Si amplia ancora la rete ciclabile della città, in attesa dell’intervento previsto per il prossimo anno che collegherà il nuovo tratto a Treviolo. Una volta completato sarà possibile l’attraversamento – in sede ciclabile – per tutto l’asse est-ovest della città di Bergamo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da wokie

    Mi chiedo se qualcuno, nelle sere d’inverno o di notte, oserà mai avventurarsi in questa trincea o spingersi nei tunnel. Ma chi ha pensato ad una cosa così? Meglio sarebbe stata un passerella sospesa, magari stile “Calatrava”. Anche forse meno costosa.