Tirreno-Adriatico, al Sassotetto top ten per Fausto Masnada - BergamoNews
Ciclismo

Tirreno-Adriatico, al Sassotetto top ten per Fausto Masnada

Il 26enne di Laxolo ha chiuso la frazione in settima posizione con un ritardo di un minuto da Simon Yates

Fausto Masnada non smette di stupire sulle strade della Tirreno-Adriatico.

Il 26enne di Laxolo si è reso nuovamente protagonista sulle salite della Corsa dei Due Mari chiudendo la frazione del Sassotetto in settima posizione.

La lunga cavalcata sugli Appennini Umbro-Marchigiani non ha demotivato il giovane orobico che, nonostante la grande sofferenza mostrata sull’ultima salita, ha saputo tener testa ai migliori.

La tappa, caratterizzata dalla fuga di sette uomini guidati dal campione olandese Mathieu Van der Poel (Alpecin-Felix), si è infiammata negli ultimi dodici chilometri dell’ascesa maceratese che hanno segnato la crisi della maglia azzurra Michael Woods (Education First).

Ad accendere la miccia è stato Simon Yates (Mitchelton-Scott) che, con un allungo deciso a cinque chilometri dal traguardo, ha fatto il vuoto sugli avversari ponendo un’ipoteca sul successo di giornata e sul primato in classifica generale.

Dopo aver provato a rientrare sull’inglese, Masnada ha provato a salire con il proprio passo tenendo testa a Rafael Majka (Bora-Hansgrohe), Geraint Thomas (Team Ineos) e Aleksander Vlasov (Astana) riuscendo a più volte a rientrare sui tre.

La fatica accumulata nelle giornate precedenti e le accelerate degli scalatori hanno costretto il portacolori della Deceuninck-Quick Step ad alzare bandiera bianca a poco più di due chilometri dal traguardo, tagliando il traguardo con un minuto di distacco da Yates.

Masnada occupa ora la quinta posizione con 54 secondi di ritardo dall’inglese in attesa di affrontare la “tappa dei muri” con arrivo a Loreto e la cronometro di San Benedetto del Tronto.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it