Sottopasso stazione, senso unico e steward per far rispettare le norme anti-covid - BergamoNews
Bergamo

Sottopasso stazione, senso unico e steward per far rispettare le norme anti-covid

Pronto un nuovo assetto: lunedì 14 settembre riaprono le scuole e ci si prepara ad accogliere migliaia di studenti in città

Lunedì 14 settembre riaprono le scuole e ci si prepara ad accogliere migliaia di studenti nel capoluogo. Attenzione alta soprattutto per quello che riguarda il sottopasso della stazione, per il quale è stato deciso un nuovo assetto, a senso unico, per evitare un numero eccessivo di persone negli spazi sottostanti la stazione e per permettere comunque agli studenti di raggiungere il polo scolastico di via Gavazzeni.

La decisione presa dal Comitato per la Sicurezza della città nei giorni scorsi è quella di poter continuare ad usufruire del passaggio, prevedendo una revisione dei sensi di marcia nella parte della stazione: da lunedì 14 settembre, dalle 7 alle 10.30, verrà imposta un’unica percorrenza del flusso dalla Stazione verso le scuole in via Gavazzeni. Non verrà consentito, perciò, l’ingresso al sottopasso da via Gavazzeni in quegli orari per evitare congestionamento.

Un unico senso di marcia, quindi, nella direzione delle scuole, nella fascia oraria che più interessa le lezioni. Una scelta presa con l’intenzione di favorire e assecondare il flusso scolastico, non paragonabile ai numeri dei pendolari e degli utenti che arrivano alla Stazione da via Gavazzeni.

Due agenti della Polizia Locale presidieranno il cancello di via Gavazzeni, per impedire l’accesso al sottopasso e consentire il solo deflusso. Nell’atrio della stazione saranno presenti 3 agenti della polizia ferroviaria, mentre nel sottopasso, in corrispondenza degli accessi ai binari, saranno presenti 4 steward e un operatore incaricato dal Comune di Bergamo: avranno il compito di invitare i passeggeri in transito ad indossare la mascherina (qualora qualcuno ne fosse sprovvisto gli steward ne forniranno una), a defluire ordinatamente evitando di fermarsi e quindi formare assembramenti.

leggi anche
  • La reazione
    Spaccata in galleria Fanzago, il Comune: “Interverremo presto, con forza”
    Gandi Fanzago
  • Coronavirus
    Rientro a scuola, gli studenti bergamaschi preoccupati: “Gli autobus fanno paura”
    scuola unsplash
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it