• Abbonati
Il cantiere in città alta

Parcheggio alla Fara, per l’Anticorruzione la gara d’appalto è da rifare

Dopo l'abbandono del cantiere da parte dell'impresa Collini, per procedere con i lavori sarà necessario pubblicare un nuovo bando

Dopo l’abbandono del cantiere da parte dell’impresa Collini, per procedere con i lavori al parcheggio della Fara sarà necessario pubblicare una nuova gara d’appalto.

Lo riporta una delibera dell’Anac, pubblicata sabato 12 settembre dal Corriere Bergamo: il documento, in pratica, stoppa la volontà da parte della concessionaria Bergamo Parcheggi di affidare i lavori all’azienda che nel 2017 era arrivata terza in graduatoria (la seconda si era già tirata indietro), ossia la Rota Nodari. Una decisione che aveva sollevato più di un dubbio all’interno della stessa amministrazione comunale, tanto che era stato chiesto un parere all’Anticorruzione.

La procedura che ha portato alla delibera prende le mosse nel 2018, da una segnalazione all’Anac di Marcello Zenoni e Fabio Gregorelli, ai tempi consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle.

Per il già discusso cantiere, significa nuovi ritardi in vista. Per vedere il parcheggio ultimato, i bergamaschi dovranno aspettare almeno un altro anno.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
parking brembilla
L'opera
Città Alta, ok il collaudo della parete di 33 metri: “Parking Fara pronto a inizio 2022”
Le prime micro-mine usate al parcheggio della Fara
Bergamo
Parking Fara, colpo di scena: l’impresa Collini lascia il cantiere
Brembilla
L'intervista
Via Fara, l’assessore a Bergamo Parcheggi: “Si accerti che non serva una nuova gara”
parcheggio Fara
La polemica
“Parking Fara, si può tornare indietro e la pandemia ci obbliga a farlo”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI