BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Meeting Nazionale di Marcia “Città di Bergamo”, successi per Valentina Trapletti e Federico Tontodonati fotogallery

Il torinese dell'Aeronautica Militare ha migliorato il proprio primato personale sulla distanza, mentre la milanese dell'Esercito si è imposta davanti a Federica Curiazzi

La provincia di Bergamo è da sempre uno delle principali fucine per la marcia italiana.

In grado di fornire numerosi componenti della Nazionale, il territorio orobico è tornato a coprire per un giorno il ruolo di capitale del movimento azzurro.

L’occasione è stata la prima edizione del “Meeting Nazionale di Marcia in pista Città di Bergamo” svoltosi al “Campo Putti” nella serata di giovedì 10 settembre.

In grado di riunire i principali esponenti del settore tricolore, la manifestazione organizzata dall’Unione Sportiva Scanzorosciate ha visto protagonisti assoluti Federico Tontodonati e Valentina Trapletti.

Il torinese dell’Aeronautica Militare ha preso il comando della prova maschile sin dalle prime tornate impostando il proprio ritmo e percorrendo i 10.000 metri in programma in 39’48”14.

Capace di confermare quanto di buono fatto sui 5000, il 31enne allenato da Alessandro Gandellini è riuscito a scendere per la prima volta in carriera sotto i quaranta minuti precedendo il giovane Riccardo Orsoni (Cus Parma, 40’51”02), in grado di ritoccare di un minuto il proprio primato.

Discorso simile per il marchigiano Giacomo Brandi (Cus Pro Patria Milano, 41’07”18) che ha concluso in terza posizione abbassando di trenta secondi il proprio limite, mentre Stefano Chiesa (Carabinieri) non ha completato la gara.CD

In chiave orobica pioggia di record personali per Juriy Micheletti (Atletica Bergamo 1959, 42’01”82), Gabriele Gamba (Atletica Riccardi Milano 1946, 42’39”64) e Daniele Breda (Atletica Bergamo 1959, 42’54”98) che si sono confermati fra i migliori prospetti della marcia di casa nostra.

In campo femminile dominio della portacolori dell’Esercito che ha battezzato il proprio debutto stagionale con una prestazione particolarmente brillante.

Apparsa a proprio agio sin dai primi chilometri, la 35enne milanese non ha tradito le attese mostrando un movimento fluido e riuscendo a doppiare tutte le proprie avversarie.

“E’ sempre un’emozione gareggiare a cui non ci si abitua mai, in particolare dopo un difficile periodo di stop durato sette mesi – ha sottolineato Trapletti dopo l’arrivo -. Sono molto soddisfatta perchè sono in periodo di carico e sono riuscita ad ottenere un buon tempo nonostante abbia condotto la gara da sola. Ora la mia attenzione sarà sulla prova internazionale di Podebrady e la settimana successiva sugli Italiani”.

Sotto lo sguardo attento di Nicole Colombi (fermata da uno stiramento), l’atleta meneghina ha fermato il cronometro in 44’21”14 anticipando una rediviva Federica Curiazzi (Atletica Bergamo 1959, 46’17”72) reduce dall’affermazione ai Campionati Regionali.

Dopo aver impostato un avvio più tranquillo, la 28enne di Barzana ha accelerato nella seconda metà di gara andando a riprendere così Lidia Barcella (Bracco Atletica), costretta al ritiro attorno al settimo chilometro dopo una partenza sprint.

“Essendo una cinquantista, ci metto maggiormente a carburare delle altre. Negli ultimi 5000 metri ho visto che stavo bene, così ho aumentato il ritmo e ho raggiunto la piazza d’onore – ha confessato l’allieva di Ruggero Sala -. Sono contenta perchè, quando ho affrontato i Regionali di Mantova, ero appena scesa dall’altura, mentre quest’evento mi dava l’occasione di poter partecipare dopo molto tempo a un 10.000”.

Ottimo esordio sulla distanza per Martina Casiraghi (Atletica Bergamo 1959) terza in 49’24”14, mentre la compagna di squadra Beatrice Foresti ha colto la “medaglia di legno” terminando le proprie fatiche in 49’52”42 e limando di quasi un minuto il proprio record.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.