BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Iniziato il varo della passerella ciclopedonale sul Serio: “Momento storico” foto

I sindaci: "Opera attesa da decenni, consentirà a pedoni e ciclisti di transitare in sicurezza da una sponda all’altra del fiume"

“Un momento storico”. È iniziato il varo della passerella ciclopedonale sul fiume Serio, un’opera “attesa da più di 50 anni – ricorda il Comune di Gorle, che sui social ha pubblicato alcune foto dei lavori -. Come amministrazione, siamo contenti di aver portato a termine questo ambizioso progetto”. Di “pelle d’oca” parla invece il sindaco di Scanzorosciate Davide Casati: “Momenti come questi – concorda – rimarranno nella storia” dei paesi.

Un’opera importante che metterà in collegamento i Comuni di Scanzorosciate, Gorle e Pedrengo. La passerella, lunga 55 metri, ad un’unica campata, con un manufatto ad alta tecnologia e realizzato prevalentemente in un materiale ad elevata resistenza nel tempo (l’acciaio trattato “corten”), dopo il varo sarà per alcuni mesi monitorata per eseguire i collaudi. Una volta terminati, sarà accessibile a pedoni e ciclisti.

Le foto dei lavori, pubblicate sui social dai Comuni di Gorle e Scanzorosciate
Varo passerella

Varo passerella

Varo passerella

“Nei giorni di chiusura ci saranno dei disagi per raggiungere i Comuni della zona – hanno avuto modo di spiegare i sindaci di Gorle Giovanni Testa, Scanzorosciate Davide Casati e Pedrengo Simona D’Alba – ma gli accessi alla parte est dell’hinterland della nostra provincia saranno garantiti tramite Seriate e Villa di Serio utilizzando le strade provinciali. Chiediamo ai cittadini di portare pazienza, nella consapevolezza che quest’opera, attesa da decenni, consentirà a pedoni e ciclisti di transitare in sicurezza da una sponda all’altra del fiume, senza rischiare ogni volta di essere travolti dai veicoli in transito sullo stretto ponte esistente”.

L’auspicio dei sindaci è che dopo questo intervento Provincia e Regione mettano le risorse per risolvere il problema del traffico automobilistico, con la nuova strada di penetrazione da est e la realizzazione di un nuovo ponte a sud dell’attuale.

Il progetto della passerella ciclopedonale è stato curato dagli ingegneri Giovanni Zappa, Franco Melocchi e dall’architetto Attilio Gobbi, mentre la direzione lavori è stata affidata all’Ingegnere Roberto Testa e la coordinazione della sicurezza all’ingegnere Andrea Testa. Collaudatore è l’Ingegnere Marchetti.

L’opera, realizzata dalla ‘Cividini Ing. e Co. S.r.l.’ di Dalmine, è finanziata dai tre Comuni, dal Bim (Bacino Imbrifero Montano dei Fiumi Brembo e Serio) con un contributo della Provincia di Bergamo e con la partecipazione del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, quale stazione appaltante dei lavori e responsabile delle attività di cantiere.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da suardieffe

    questa passerella era attesa da ciclisti, pedoni, mamme in carrozzina che rischiavano la pelle ogni volta che attraversavano il ponte di Gorle. Sicuramente utile.
    Però mi sembra fatta a metà, perché sia da un lato che dall’altro, appena il pedone esce dalla passerella, si ritrova in punti che non sono protetti dal marciapiede e deve ancora fare alcuni tratti a margine della strada che ricordiamolo è piccola e molto trafficata.
    Detto questo: a quando invece il nuovo ponte anche per venire incontro agli automobilisti? Nel 2040? ….