BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cene alle urne dopo la scomparsa del sindaco: Gusmini sfida Moreni e la Lega

La scomparsa improvvisa di Giorgio Valoti durante l'emergenza Covid richiama al voto i cittadini, con gli stessi due schieramenti tra cui scegliere.

Nel momento più delicato dell’emergenza Covid-19, Cene ha perso la sua guida: il sindaco Giorgio Valoti, a cui nel maggio 2019 i cittadini avevano affidato il quarto mandato, è scomparso a metà marzo, proprio mentre la Val Seriana veniva travolta dalla diffusione incontrollata della pandemia.

Un evento improvviso e inaspettato che riporterà i cittadini alle urne il 20 e 21 settembre prossimo.

La sfida sarà ancora tra la lista Lega Salvini, questa volta capitanata da Edilio Moreni, e la civica Insieme per Cene, che candida Anna Gusmini e non Andrea Persico che un anno fa mancò il successo per soli 89 voti.

“Credo che la comunità di Cene sia debitrice a Giorgio Valoti per i 30 anni che ha dedicato intensamente al paese – sottolinea Moreni, 66 anni, assessore al Bilancio dal 2014 al 2019 – Ha fatto molto per questa comunità e per noi tutti è stata una perdita importante. Cerchiamo, per quanto possibile, di fare tesoro delle sue intuizioni positive, magari limando qualche spigolo dovuto al suo carattere sanguigno. Era uomo e sindaco competente, che ci ha lasciato molto: abbiamo preso nota di quanto fatto e detto, della sua profonda conoscenza della vita amministrativa”.

L’improvvisa mancanza di una guida ha lasciato una profonda ferita anche tra chi, idealmente, non sposava le sue posizioni politiche: “In quest’anno molto particolare la morte del sindaco è stato un momento tragico – aggiunge Gusmini – Valoti si è sempre speso per il paese, umanamente siamo rimasti molto colpiti, anche per l’impossibilità di elaborare i lutti che abbiamo subito. Proprio in quei giorni è nata la mia volontà personale di mettermi in gioco per il paese e per i cittadini, spetta a noi ora dare un messaggio di ripartenza, proiettandoci verso il futuro con la consapevolezza di essere pronti a dare tutte le risposte necessarie ai cittadini, a stargli vicini, a essere un nuovo riferimento”.

La battaglia elettorale, alla luce dello scarto ridotto con la quale si è conclusa quella precedente, si annuncia serratissima: per questo entrambi gli schieramenti hanno cercato di mantenere uno “zoccolo duro”, rinfrescandolo con l’iniezione di energie giovani e nuove.

“La scelta dei candidati è stata fatta basandoci sulle competenze specifiche di ognuno – spiega Moreni – Il nostro ragionamento è stato quello di coprire ogni settore dell’amministrazione con due persone, per non dover far affidamento, in caso di vittoria, a personalità esterne al nostro gruppo. Professionalità affermate e l’entusiasmo dei giovani, questo è il mix di esperienze a cui abbiamo pensato: in lista ci sono due assessori e l’attuale vicesindaco, sappiamo cosa fare se ci trovassimo a guidare il Comune”.

Sul programma, l’idea di base è quella di continuare nel solco tracciato negli ultimi anni: “Ci sono parecchie cose da portare avanti, partendo dal sostegno all’aspetto sociale che sta diventando sempre più significativo e ancora di più dopo il Covid – evidenzia il candidato leghista – La pandemia ci ha portati a calibrare meglio il programma sulle necessità della gente: non solo opere pubbliche, ma anche bisogni quotidiani e sostegno alle fasce più deboli e a rischio”.

Tra le opere rimaste in sospeso, da anni, c’è il centro sportivo: “Non siamo mai riusciti a trovare la combinazione giusta per risolvere la questione, rimanendo legati a vecchi concetti – continua – Speriamo di implementare l’impianto con l’introduzione di altri sport, per dare un senso compiuto. Sempre in ambito sportivo dovremo essere bravi a sfruttare anche i fondi che verranno elargiti in ottica Olimpiadi invernali 2026: con uno studio ingegneristico stiamo valutando la possibilità di completare e unire la pista ciclabile con quella della Val Cavallina, attraverso il valico della Valle Rossa, creando anche un parco pubblico. Ma, come detto, il campo sociale è prioritario: siamo proprietari della casa di riposo, dovremo migliorare e ampliare alcuni servizi”.

Per il futuro, invece, nessun sogno particolare: “Se non quello di avere un paese più vivibile – conclude Moreni – Non deve essere un ‘dormitorio’: vogliamo che i cittadini siano spinti a vivere le piazze e le manifestazioni che vi vengono organizzate. Vogliamo un paese vivo e partecipato”.

A sfidare la Lega, la civica guidata dall’ex ciclista professionista Anna Gusmini, 38 anni, mamma e responsabile di web e comunicazione per un’azienda di abbigliamento.

“Una parte del gruppo è rimasta la stessa che ha partecipato alla competizione elettorale dello scorso anno – spiega – Poi abbiamo inserito volti nuovi, creando un gruppo estremamente compatto ed eterogeneo dal punto di vista delle competenze e delle professionalità. Abbiamo confermato la lista civica, perché crediamo che nei paesi non servano vincoli di partito, ma solo la voglia di fare bene”.

Su quale sia l’idea di amministrazione, Gusmini ha le idee chiare: “Vogliamo instaurare da subito un dialogo coi cittadini, per una crescita comune – sottolinea – Per Cene sarebbe una novità, vogliamo partire dalle necessità della gente per permetterle di vivere bene. Abbiamo un’articolata progettualità sul futuro, tra infrastrutture, urbanistica, viabilità e sicurezza che oggi sono prioritari”.

Temi che si intrecciano, come nel caso del ponte della ciclabile: “Ancora oggi è chiuso, dobbiamo lavorare in sinergia con la Comunità Montana per aprirlo il prima possibile: ne va della sicurezza di tutta la Valle visto che si interrompe all’improvviso e in un tratto di strada molto pericoloso. Poi crediamo che tutta la macchina comunale abbia bisogno di una profonda modernizzazione, di mettersi finalmente al passo con i tempi”.

Tra i progetti inseriti nel programma anche quello relativo al ciclodromo: “Un peccato che versi in stato di abbandono, quando invece sarebbe un polo da valorizzare perché struttura unica in Italia – spiega Gusmini – Oggi non è per niente sfruttato, prevediamo un investimento per rilanciarlo”.

Impossibile non parlare dell’ambito sociale: “Riguarda tutti, dalle categorie fragili alle famiglie, ma anche commercianti e imprese devono essere sostenuti – evidenzia la candidata di Insieme per Cene – È un ecosistema che per funzionare al meglio ha bisogno che le sue componenti vivano in equilibrio. Il 2020 è stato un anno particolare: dovremo essere bravi ad adeguarci a qualsiasi imprevisto, a rispondere in modo veloce ed efficace alle problematiche che potranno presentarsi. Abbiamo predisposto un piano Covid, che ci auguriamo ovviamente di non dover mai attuare. Ma un amministratore deve pensare anche ai problemi che potrebbero presentarsi, a essere flessibile e a farsi trovare sempre pronto”.

Sul futuro di Cene, Gusmini ragiona nei termini di un eventuale mandato: “Tra cinque anni vedo un paese diverso, più moderno e più ‘comunità’, con iniziative ed eventi, massimo sostegno alle associazioni. Un paese più vissuto con cittadini più coinvolti”.

CENE, TUTTI I CANDIDATI

Lega
Candidato Sindaco EDILIO MORENI
Consiglieri: Gaia Anselmi, Marcella Bazzana, Davide Bonsembianti, Andrea Camozzi, Nicola Capitanio, Stefano Casa, Marisa Masserini, Elena Nodari, Luca Persico, Patrizia Stefenetti, Alessandro Valoti, Enzo Verzeroli.

 

Insieme per Cene
Candidato Sindaco ANNA GUSMINI
Candidati consiglieri: Mattia Balini, Davide Bonsaver, Riccardo Calomeni, Laura Camozzi, Mattia Maetini, Alice Mosconi, Maura Mutti, Gabriele Necchi, Andrea Persico, Maria Peracchi, Elisa Verzeroli, Giovanni Zanetti.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.