Supersport 600, nona affermazione con record per Andrea Locatelli - BergamoNews
Motomondiale

Supersport 600, nona affermazione con record per Andrea Locatelli

Il 23enne di Selvino ha migliorato il primato di successi stagionali appartenente al turco Kenan Sofuoglu e all'irlandese Eugene Laverty

Imbattibile e inarrivabile: basterebbero questi due aggettivi per descrivere la stagione di Andrea Locatelli.

A distanza di sette giorni dalla doppietta ottenuta al MotorLand Aragón, il 23enne di Selvino si è confermato il padrone assoluto del Mondiale Supersport 600 conquistando entrambe le prove in programma durante il Pirelli Teruel Round.

Il circuito iberico ha consentito al pilota orobico di scrivere ancora una volta la storia del motociclismo aggiudicandosi prima la quinta pole position consecutiva che gli ha consentito di portare a nove il numero di successi consecutivi su altrettanti appuntamenti disputati.

A confermare il predominio del centauro bergamasco è stata gara-1 che ha visto il centauro del BARDAHL Evan Bros. WorldSSP Team imporre il proprio ritmo sin dalla prima curva e tagliare il traguardo con sei secondi di vantaggio su Raffaele De Rosa, a lungo in battaglia con Jules Cluzel.

Questi ultimi due hanno caratterizzato il secondo round spagnolo con un incidente che potrebbe cambiare le sorti del campionato.

La partenza “zoppicante” di Locatelli ha consentito al napoletano della MV Agusta e al francese della GMT94 Yamaha di guadagnare il comando della kermesse dando subito vita a un acceso duello.

Un tentativo di sorpasso apportato al terzo giro dal partenopeo ha causato la caduta di entrambe con il transalpino che ha avuto la peggio, riportando la frattura di tibia e perone.

A quel punto Locatelli ha avuto modo di involarsi verso una nuova affermazione, battendo così il primato di vittorie stagionali appartenente al turco Kenan Sofuoglu e all’irlandese Eugene Laverty.

Bravo a gestire la marcatura applicata dall’ex campione del mondo Lucas Mahias, il giovane seriano ha messo un’ipoteca sul primo gradino del podio a sette tornate dalla conclusione con il nuovo record del tracciato.

“Abbiamo concluso il doppio impegno di Aragon nel modo più dolce possibile. Sono davvero dispiaciuto per l’incidente tra De Rosa e Cluzel, purtroppo le corse sono anche questo e voglio augurare una buona guarigione a Jules – ha raccontato l’ex portacolori dell’Italtrans Racing Team dopo l’arrivo -. A parte ciò posso dire che il nostro grande lavoro ha nuovamente pagato: la moto mi ha permesso di gestire le varie fasi della corsa, riuscendo giro dopo giro a fare la differenza sugli avversari. Diventare il pilota con il maggior numero di successi in una stagione mi rende molto orgoglioso, e non posso che ringraziare la squadra per avermi permesso di centrare tale traguardo. Ora ci aspetta una pista conosciuta per me ma non per il team, quindi dobbiamo restare concentrati e dare ancora il massimo”.

Locatelli si presenterà a Barcellona con 79 punti di vantaggio su Cluzel, un distacco che potrebbe divenire incolmabile con il passare delle gare.

leggi anche
  • L'intervista
    Mondiale da record per Andrea Locatelli: “Ho onorato il 2020 riscrivendo la storia della Supersport”
    Generico settembre 2020
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it