Quantcast
“The New Mutants”: la saga degli X-men si tinge di terrore - BergamoNews

Cinema

Al cinema

“The New Mutants”: la saga degli X-men si tinge di terrore

Josh Boone porta al cinema una rivisitazione in salsa horror di uno dei franchise fumettistici più amati di tutti i tempi

Titolo: The New Mutants
Regia: Josh Boone
Durata: 94’
Interpreti: Blu Hunt, Henry Zaga, Maise Williams, Adam Beach, Anya Taylor-Joy
Valutazione: **
Programmazione: UCI cinema Orio

Generico settembre 2020

“The New Mutants” racconta la storia di cinque giovani mutanti che, una volta scoperte le incredibili abilità soprannaturali di cui godono, dovranno lottare per salvare loro stessi mentre si trovano rinchiusi in un misteriosa struttura.

La squadra è formata da Roberto Da Costa (Henry Zaga), giovane sudamericano capace di manipolare e sfruttare l’energia del sole, Rahne Sinclair (Maise Williams), ragazza scozzese mezza umana e mezza lupo, Sam Guthrie (Charlie Heaton), statunitense in grado di volare grazie ad una potente ondata termodinamica, Illyana Rasputin (Anya Taylor-Joy), maga russa con il dono del teletrasporto in una dimensione ultraterrena e Danielle Moonstar (Blu Hunt), nativa americana dai poteri sconosciuti e primo personaggio che incontreremo all’interno della storia.

Il collante tra i 5 è incarnato da Cecilia Reyes (Alice Braga), giovane dottoressa specializzata nel trattamento di ragazzi mutanti e, in varie occasioni, mentore e guida del manipolo di supereroi in erba.

Programmato inizialmente per l’inizio del 2018 ma posticipato per via dell’acquisizione di 20 Century Fox ad opera di Disney, “The New Mutants” rappresenta il capitolo finale dell’epica, ma talvolta faticosa, saga ventennale degli “X-men”.

Il film, benché concepito come il degno addio in 3 atti dei personaggi che milioni di persone hanno amato dal 2000 ad oggi, altro non è che un banale cinecomic autoconclusivo dalle pallide tinte orrorifiche in cui è palese la volontà di creare una storia per un pubblico maturo, ma non troppo, cercando di accontentare tutti e, purtroppo, scontentando chiunque.

Generico settembre 2020

Pur presentando spunti affascinanti come i lati oscuri legati ai super poteri che tutti sognano di avere, il rapporto conflittuale con il passato che molti di noi preferiscono dimenticare, la non accettazione di sé stessi o le difficoltà relazionali tipiche degli adolescenti, “The New Mutants” si rivela una grande occasione sprecata che sa molto di epilogo sbrigativo di una saga che all’industria di Topolino dava solo che fastidio, dando così la possibilità di iniziare un nuovo ciclo in cui, chissà, magari vedremo i mutanti del professor Xavier al fianco di qualche eroe Marvel, anch’essa di proprietà Disney, o del cast completo degli Avengers.

Le ambientazioni cupe ma mai abbastanza, una suspense appena accennata e non incisiva unite ad una storia che si adagia troppo sui luoghi comuni legati sull’abusatissimo tema delle difficoltà legate all’adolescenza rappresentano solo alcuni dei “vorrei ma non posso” che la pellicola ci proporrà, mostrando con grande forza quanto sbagliato fosse concludere una saga storica come quella degli X-men in una maniera tanto frettolosa.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
non odiare gassmann
La recensione
“Non odiare”: drammatico racconto di un perdono storicamente impossibile
marriage story
La recensione
“Marriage story”: struggente dramma su un matrimonio in crisi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI