Rimettiamo a nuovo le seconde case: restyling di un appartamento di montagna - BergamoNews
A cura di

Laboratorio Italiano Design

Laboratorio italiano design

Rimettiamo a nuovo le seconde case: restyling di un appartamento di montagna

Nuovo appuntamento con la rubrica di interior design, in collaborazione con Laboratorio Italiano Design di Bergamo

Il semestre appena trascorso ha portato ognuno di noi a ridisegnare le nostre abitudini, limitando anche il desiderio e la possibilità di viaggiare.

Si riscoprono così le seconde case – soprattutto nelle Valle intorno alla città – luoghi dimenticati da tempo, considerati a volte “un peso”, ma che ritornano utili per fuggire – senza sottostare ad interminabili code – dal caos cittadino, dove trascorrere qualche giorno in compagnia di amici, o in solitudine.

Il progetto prevede il restyling di un appartamento di circa 80 mq, situato in alta Val Seriana, dislocato su due livelli; ridefinendo al meglio gli spazi e dando una precisa identità: quella di uno chalet dall’aspetto rustico ma raffinato, dotato di tecnologia e confort.

Per scaldare l’ambiente dando un tocco di eleganza il pavimento in ceramica, compreso quello del bagno, viene interamente ricoperto da un gres porcellanato effetto parquet colore walnut. Tale scelta prevede notevoli vantaggi sia dai un punto di vista economico, che pratico: questa tipologia di rivestimento non soffre l’usura né si graffia, essa è idrorepellente; inoltre è di facile pulitura non richiede lucidatura, ceratura o particolare manutenzione.

Il color champagne è destinato alle pareti,  ai caloriferi e alle porte.

Si decide di aprire la zona cucina-pranzo, angusta e buia soprattutto nella zona di lavoro, attraverso l’eliminazione di un muretto in cartongesso che fungeva da filtro tra l’area fuochi e l’ingresso, spostando altresì la zona soggiorno nella parte inferiore dell’appartamento.  Con un’unica destinazione d’uso, lo spazio diventa di ampio respiro e la luce che irradia dalla portafinestra non trova ostacoli.

Per ridare nuovo smalto ai pensili della cucina, ancora in buone condizioni, si decide di tinteggiarli con una tonalità simile alle pareti; il cambiamento interessa invece gli elettrodomestici optando per strumenti di ultima generazione. Il piano cottura viene sostituito da fuochi ad induzione con sistema di aspirazione integrato di Bora. Nessuna cappa a vista,  gli odori e i vapori vengono catturati direttamente dalla base e il livello di rumore è assai minino.

Lo spazio in cui trovava luogo il frigorifero ad incasso, conosce nuova vita attraverso una colonna dispensa con pensili, dove viene collocato un forno multifunzione con microonde compatto CombiQuick Electrolux.

Un tocco di vivacità  è dato dal rosso del frigorifero e del tostapane stile anni Cinquanta Smeg.

Per illuminare lo spazio vengono mantenuti i faretti originari.

Di fronte alla cucina è posizionato un tavolo rettangolare il cui piano è in legno massello mentre le gambe sono in metallo color grafite. Per dare maggior rilievo a questo angolo di casa, la soluzione ricade su sedie di design vincitrici del XXII Compasso d’Oro ADI. Frida di Pedrali  è la scelta perfetta per coniugare raffinatezza ed eleganza, non rinunciando ad una seduta comoda ed ergonomica.

Due Kundalini Lanna’ Suspension ad illuminare i  pranzi, mentre sulla parete opposta al tavolo appare una stampa raffigurante tipologie di funghi.

La porta che divideva la zona giorno da quella notte è sostituita da una a scomparsa, così come quella del bagno e della camera: i passaggi diventano più agevoli, gli spazi più ampi e la luce si propaga senza trovare eccessi ostacoli.

Costruito in cartongesso e con una porta a specchi un armadio, per riporre scope e scarpe, trova luogo nel piccolo disimpegno della parte notte.

L’unica camera del piano, destinata in precedenza ad ospiti/bambini, è ora per i padroni di casa. L’arredamento è ridotto al minimo: un letto a cassettone con ampia testata imbottita di Bolzan  dal gusto contemporaneo e dalle tonalità neutre della montagna. Anche in questa stanza ci si avvale della professionalità di un artigiano per creare una armadio in legno  con porta scorrevole.

Solo due piccole lampade a parete dal sapore retrò disposte ai lati del letto per illuminare la stanza, in quanto la maggior parte della luce è data dalla porta finestra ricoperta da un tenda di tessuto trasparente dal richiamo altoatesino.

L’intervento in bagno prevede l’eliminazione di tutte le piastrelle e la tinteggiatura delle pareti con la tonalità che predomina l’intero ambiente. La piccola vasca è sostituita da una doccia a filo pavimento con soffione a muro con due getti: a cascata e a pioggia. Per riporre shampoo e bagnoschiuma due nicchie sulla parete.

Nuovo anche il lavabo, dalla forma piccola e squadrata, come il miscelatore appeso al muro, sovrastato da un grande specchio retroilluminato a led.

Un contenitore sospeso in noce con anta laccata rosso, a richiamare la cromia della cucina, completano l’arredo del bagno che serve tutto l’appartamento.

Pochi elementi a costituire la zona soggiorno, posta al piano inferiore, ed accessibile attraverso una scala che perde il suo colore originario per assumere le tonalità che predominano nel resto della casa.

La discesa è agevolata dalla luce emanata da Pirce a parete di Artemide e da stampe raffiguranti animali di montagna.

Permane l’armadio originario, posto alle spalle dell’ampio divano in misto lana dalle linee classiche e tinte neutre della montagna; una bergere situata di fronte al camino e un porta legna in ferro battuto, opera di un abile artigiano, creano la giusta atmosfera per trascorrere serate in relax e compagnia.

In fondo alla stanza, ma lontano dalla zona living, un divano, che all’occorrenza diventa letto, insieme all’appendiabiti Twist di Horm danno vita ad una seconda camera che in realtà non esiste.

I faretti posti nel controsoffitto e l’ampia finestra priva di tende illuminano questa stanza sulle cui pareti campeggiano stampe fotografiche del luogo per dare un maggior sapore di tradizione.

 

S.R. Press Officer Laboratorio Italiano Design

 

leggi anche
  • L'azienda di suisio
    L’Inghilterra sperimenta l’asfalto sostenibile di Iterchimica
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it