BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Almè, Gelsomino: “Obiettivo fare comunità”; Bandera: “Continuare il lavoro svolto”

Alle comunali del 20 e 21 settembre si sfidano l'ex presidente delle Acli provinciali di Bergamo, Rosa Gelsomino, che guida la lista "Almè 24011" e l'ex primo cittadino Massimo Bandera, che si ripresenta con la lista "Vivere Almè"

Alle elezioni amministrative mancano tre settimane e ad Almè entra nel vivo la campagna elettorale. Domenica 20 e lunedì 21 settembre, con i seggi aperti rispettivamente dalle 7 alle 23 e dalle 7 alle 15, i cittadini saranno chiamati a eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il consiglio comunale.

Gli almensi tornano a votare dopo il commissariamento del Comune avvenuto lo scorso gennaio a seguito delle dimissioni presentate contestualmente da 7 dei 12 consiglieri (tre della maggioranza e quattro della minoranza) portando allo scioglimento del consiglio comunale e, di fatto, alla decadenza dell’ex sindaco leghista Massimo Bandera, alla guida del gruppo consiliare “Vivere Almè”, tre anni e mezzo dopo la sua elezione.
Ora per la carica di sindaco è corsa a due: da una parte l’ex primo cittadino si ripropone con la lista “Vivere Almè”, che unisce la Lega e la lista civica “Costruiamoci il futuro”, e dall’altra c’è l’ex presidente delle Acli provinciali di Bergamo, Rosa Gelsomino, alla guida della lista civica “Almè 24011”, che aggrega volti nuovi e tre ex consiglieri che nello scorso mandato sedevano fra i banchi delle minoranze (Sara Viscardi e Katia Rota erano parte della lista Insieme per Almè, mentre Maurizio Nozza di Almè al Centro).

ROSA GELSOMINO – Spiegando le motivazioni che l’hanno convinta a candidarsi, Gelsomino afferma: “Considerando le esperienze che ho acquisito in ambito associativo e nel ruolo di difensore civico (svolto per il Comune di Villa d’Almè e per l’Unione del Comuni), quando il comitato civico Almè 24011 me lo ha chiesto, mi sono messa a disposizione della comunità. Ho dedicato molti anni e tuttora mi sto dedicando a costruire comunità e penso che questa passione possa essere d’aiuto anche in nuovo impegno”.

“Il nome della lista – prosegue – contiene il cap, un elemento che identifica tutti perchè chiunque risiede ad Almè lo conosce. Lo abbiamo declinato in comunità, ambiente e partecipazione, i cardini attorno i quali abbiamo costruito il nostro progetto. Il riferimento all’ambiente ispira tutte le nostre scelte: viene inteso nel suo significato più ampio, come luogo in cui ognuno di noi vive, svolge le proprie attività e cresce la propria famiglia. Per esempio l’idea di una mensa a km zero intreccia ambiente e scuola, così come la cura dei parchi le politiche giovanili. La terza lettera, invece, indica la partecipazione, perchè non si può costruire comunità dall’alto: ciascuno si prende carico di un pezzetto con modi e incarichi differenti. Nelle prossime settimane incontreremo i cittadini e presenteremo le proposte anche organizzando momenti di aggregazione”.

Illustrando le priorità, Rosa Gelsomino evidenzia: “Ci concentreremo sul welfare. L’idea è rafforzare il servizio di segretariato sociale facendo sì che non sia solo un potenziamento delle figure professionali a disposizione all’ufficio dei servizi sociali ma anche un raccordo e un rinforzo della rete presente sul territorio fra cittadini, associazioni, terzo settore e oratorio. Sarà un laboratorio di idee che saprà progettare servizi di utilità sociale intercettando bandi e finanziamenti provinciali, regionali e comunitari. Un altro aspetto importante è l’attivazione di un sportello bandi finalizzato a dare ai cittadini, alle associazioni e ai commercianti un interlocutore in Comune che possa aiutarli ad attingere a fondi per sostenere e incentivare il proprio operato nell’ottica di costruire comunità. Per supportare gli esercenti e ravvivare il centro storico, poi, proponiamo la verifica della possibilità di abbonare un anno di tasse comunali quando si avvia un’attività. Infine, bisogna prestare attenzione alla Teb linea T2 che attraverserà Almè e potenzialmente cambierà il volto del paese: se un’infrastruttura importante non trova una comunità strutturata rischia di frammentarla piuttosto che essere di sostegno”.

MASSIMO BANDERA – Illustrando le motivazioni che lo hanno spinto a riproporsi, Bandera spiega: “L’affetto e le tante attestazioni di stima ricevute dai cittadini in questi mesi, hanno influito molto, ma anche il desiderio di completare il grande lavoro e i progetti avviati e infine ma non da ultimo la grande reazione avuta dalla nostra lista Vivere Almè: in questi mesi si sono avvicinati molti cittadini e si è creato un bellissimo gruppo molto motivato e affiatato”.

Rispondendo a una domanda sulla compattezza della sua compagine, specifica: “Il gruppo, fatta eccezione dei tre consiglieri che si sono sottratti ad un confronto e in accordo con le minoranze hanno portato al commissariamento, è sempre stato compatto, ora lo siamo più di prima”.

Spiegando gli obiettivi del gruppo, Bandera evidenzia: “La nostra priorità sarà unire e far partecipare la comunità tutta, per affrontare insieme questa emergenza (Covid-19, ndr) nel miglior modo possibile, a cominciare dalla necessità di far ripartire la scuola e tutti i servizi che si sono fermati”.

L’ex sindaco e il suo gruppo puntano sulla continuità rispetto al lavoro svolto negli anni precedenti: “Abbiamo tanti progetti avviati da finire, ma soprattutto abbiamo da continuare la buona amministrazione. Nel programma, inoltre, abbiamo previsto anche numerosi nuovi interventi tra cui la creazione di uno Spazio Famiglie e di un Centro Diurno per Anziani”.

La lista avrà lo stesso nome e lo stesso simbolo della scorsa volta: “È nato quattro anni fa – prosegue l’ex primo cittadino – dall’unione di due gruppi consiliari (la Lega e la lista civica “Costruiamoci il futuro”, ndr) che hanno condiviso un progetto per rendere il nostro paese più bello ma soprattutto più vivibile e in questi tre anni e mezzo, crediamo di aver dimostrato con i fatti che questo è possibile”.
Infine, guardando agli appuntamenti della campagna elettorale, Bandera conclude: “Martedì 8 settembre presenteremo la lista e il nostro programma, ma organizzeremo anche numerosi gazebo sparsi per il paese per incontrare i cittadini”.

LE LISTE – Ecco i candidati di entrambe le liste.

“Almè 24011”
Candidato sindaco: Rosa Gelsomino
Consiglieri: Silvia Airoldi, Barbara Della Mussia, Franco Fanizzi, Nicole Farina, Antonio Marica, Sofia Emma Mastrota, Maurizio Nozza, Marco Poleni, Katia Rota, Fausto Villa e Sara Viscardi.
Per leggere il programma clicca qui.

“Vivere Almè”
Candidato sindaco: Massimo Bandera
Consiglieri: Vincenzo Boffelli, Clara Donizetti, Debora Falgari, Valter Fumagalli, Giovambattista Gotti, Roberta Mazzoleni, Michele Milesi, Sara Quarti, Claudio Enrico Rapallini, Alessandro Scalvedi, Mattia Tarchini e Mario Angelo Zenoni.
Per leggere il programma clicca qui.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.