BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ponte San Pietro: “Covid e referendum, le scuole sono a rischio”

Alla Commissione Elettorale Comunale - afferma Masper - ho avanzato al Sindaco la proposta di individuare con urgenza locali alternativi alle scuole dove poter svolgere in sicurezza le operazioni elettorali senza mettere a rischio la salute degli alunni e senza pregiudicarne ulteriormente la didattica.

Jacopo Masper, consigliere comunale a Ponte San Pietro per la lista “Tu per Ponte” ha presentato alla Commissione Elettorale una proposta all’amministrazione comunale perché trovi locali alternativi alle scuole per le operazioni elettorali del 20 e 21 settembre. 

“Fra i settori più colpiti dalla pandemia c’è sicuramente quello dell’istruzione, l’unico tra tutti a non essere ancora ripartito – afferma Masper -. Nonostante non si conoscano ancora le modalità, sembra ormai certo che le scuole a settembre riapriranno, e ciò avverrà in concomitanza con il Referendum costituzionale indetto il 20 e 21 settembre. Tuttavia, in un momento in cui i contagi hanno ripreso ad aumentare, lo svolgimento delle operazioni elettorali all’interno degli istituti scolastici comporterebbe enormi rischi per la salute dei ragazzi ed ulteriori disagi legati alla didattica, dovendosi le lezioni interrompere a causa dell’appuntamento elettorale”.

“Per questo, all’interno della Commissione Elettorale Comunale – prosegue Masper – ho avanzato al Sindaco la proposta di individuare con urgenza locali alternativi alle scuole dove poter svolgere in sicurezza le operazioni elettorali senza mettere a rischio la salute degli alunni e senza pregiudicarne ulteriormente la didattica.  Inoltre, una nuova collocazione dei seggi elettorali al di fuori dei plessi scolastici solleverebbe i genitori lavoratori dal problema di accudire o affidare i figli nei giorni di chiusura delle scuole per le elezioni. La speranza è dunque quella che – nonostante il carattere provvisorio e sperimentale legato all’emergenza – la proposta possa in futuro diventare definitiva”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.