Tre scalatori bloccati in parete alla Presolana: operazione in corso per recuperarli - BergamoNews
Colere

Tre scalatori bloccati in parete alla Presolana: operazione in corso per recuperarli

I tecnici sono saliti con i mezzi fuoristrada fino al rifugio Albani e ora una squadra sta iniziando a scalare lo spigolo per raggiungere i tre alpinisti e aiutarli a scendere.

Dalle 23 di mercoledì 26 agosto è in corso un intervento del Soccorso Alpino sullo spigolo Nord della Presolana.

L’operazione è per recuperare tre scalatori che sono rimasti bloccati in parete per un problema tecnico con le corde.
Stanno bene e sono in costante contatto telefonico con i soccorritori. Sono impegnate le stazioni di Schilpario e Clusone della VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino.

I tecnici sono saliti con i mezzi fuoristrada fino al rifugio Albani e ora una squadra sta iniziando a scalare lo spigolo per raggiungere i tre alpinisti e aiutarli a scendere.

leggi anche
  • Mercoledì pomeriggio
    Sarnico, cade dalle bicicletta: grave 15enne
    ambulanza
  • Ghisalba
    Tenta di allacciarsi alla colonnina dell’elettricità: 28enne muore folgorato
    Carabinieri mascherina
  • La disgrazia
    Grumello, si era tuffato nella piscina battendo la testa: è morto il 41enne di Castelli Calepio
    Ambulanza nostra
  • Ponteranica
    Maresana, rovinosa caduta per un biker: recuperato dai vigili del fuoco
    biker in maresana
  • Il caso
    Libertà di stampa: bufera sul vicesindaco di Sanremo che minaccia un giornalista di Riviera 24
    Generico agosto 2020
  • Presolana
    In 12 per soccorrere 3 giovani alpinisti bloccati in parete: salvi e illesi
    soccorso parete presolana
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it