Bergamo

La pandemia non ferma il folklore orobico: torna in piazza per Sant’Alessandro

Il 26 agosto la cultura popolare orobica colora la manifestazione “Sant’Alessandro in centro” mentre a fine settembre è in programma la partecipazione alla fiera (virtuale) Agri&Slow Travel Expo

Il lockdown imposto dalla pandemia da Covid-19 e le conseguenti disposizioni in materia di distanziamento sociale hanno inevitabilmente fermato le attività spettacolaristiche del Comitato di Bergamo della FITP – Federazione Italiana Tradizioni Popolari.

Da febbraio i gruppi folklorici, le bande e i cori di Bergamo e provincia non hanno la possibilità di ritrovarsi per le classiche prove settimanali. Sono tanti i problemi che lo impediscono, dalle sedi sociali all’interno di strutture ancora non aperte al pubblico all’impossibilità del contatto fisico tra danzatori.

Tanti ostacoli che, però, non hanno fermato la voglia di folklore. Il Comitato di Bergamo della FITP ha continuato a lavorare, programmando e organizzando azioni di comunicazione a sostegno dell’associazionismo folklorico orobico.

Per prima cosa è stato realizzato un video istituzionale che raccoglie e presenta i gruppi folklorici della terra bergamasca. Un supporto di comunicazione che il Comitato vuole offrire non solo ai suoi gruppi, ma in generale alla cultura popolare bergamasca. “La pandemia ci ha privato di tanti anziani e delle loro conoscenze in materia di tradizioni locali. Il meglio che possiamo fare noi oggi è ricordare e tramandare le nostre radici popolari” ha dichiarato il Presidente del Comitato di Bergamo della FITP Francesco Gatto.

Il 26 agosto, invece, i costumi folkloristici bergamaschi scenderanno finalmente di nuovo in piazza, in onore del Santo Patrono di Bergamo, Sant’Alessandro. In occasione della manifestazione “Sant’Alessandro in centro” di mercoledì 26 agosto, saranno presenti in piazzale degli Alpini a Bergamo coppie di rappresentanza dei seguenti gruppi: Gruppo Folklorico Orobico (Bergamo), Gruppo folkloristico I Gioppini di Bergamo (Bergamo), Gruppo folkloristico Arlecchino (dal 1949) (Sorisole), Giopì e Margì, maschere ducali del Ducato di Piazza Pontida (Bergamo), Gruppo folkloristico Arlecchino bergamasco e Le Taissine (Gorno).

La loro presenza in piazza vuole lanciare un grande progetto, la partecipazione del folklore bergamasco (e non solo) alla fiera (virtuale) Agri&Slow Travel Expo, in programma dal 24 al 27 settembre.

Durante i quattro giorni di fiera il Comitato FITP di Bergamo racconterà la cultura popolare orobica, ma anche di altre regioni d’Italia, attraverso video che porteranno i visitatori alla scoperta di strumenti (dal baghèt bergamasco alla quartara siciliana, dall’Organetto di Barberia al tamburello calabrese), abiti e tradizioni locali. Non mancheranno le testimonianze di come il folklore sta affrontando questi difficili momenti di pandemia e distanziamento sociale e tante altre sorprese che ancora non possiamo svelarvi!

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
sant'alessandro
Le celebrazioni
Sant’Alessandro, a Bergamo teatro, musica e riflessioni sulla compassione
Bergamo, il nuovo Piazzale Alpini
Bergamo
Fiera di Sant’Alessandro, il 26 agosto edizione speciale in piazzale Alpini
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI