BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Campionati Italiani di corsa in montagna, titoli assoluti per Cesare Maestri e Gaia Colli

L'alfiere dell'Atletica Valli Bergamasche si è imposto in campo maschile, mentre la bellunese dell'Atletica Valle Brembana si è aggiudicata il titolo femminile

Dominio bergamasco ai Campionati Italiani Assoluti di corsa in montagna.

A trionfare sul percorso attorno a Susa è stato Cesare Maestri che, smaltiti i problemi che lo avevano afflitto a inizio stagione, si è imposto fra gli uomini.

All’attacco sin dall’inizio in compagnia del francese Sylvain Cachard, il portacolori dell’Atletica Valli Bergamasche ha svolto una gara di testa distanziando il transalpino sull’erta finale.

“E’ andata benissimo, devo essere sincero, questa volta davvero non me l’aspettavo di vincere perché questa gara non era mai andata bene, l’avevo già fatta due volte. Al Fletta Trail, ho preso una bella lezione: sapevo di non essermi allenato molto bene quest’anno, ero poco motivato e così sono saltato. Mi è servito per svegliarmi però. Ho lavorato bene due settimane, poi mi sono rilassato una settimana al mare – ha dichiarato il 27enne trentino -. Qui sono arrivato ieri ed ero deciso a giocare le mie carte. Sapevo di dover tenere d’occhio Puppi e Cachard, infatti siamo andati avanti subito noi tre insieme. Poi Francesco è entrato in crisi, io ho proseguito con Sylvain fino a metà gara, fino a quando l’ho staccato. Sono contento di essere riuscito a bissare il titolo dello scorso anno, una bella doppietta. Per i prossimi appuntamenti io ci sono, vediamo cosa succederà nel calendario internazionale”.

In grado di completare la prova in 1h20’51”, il vice-campione iridato precedendo nella classifica tricolore il compagno di squadra Luca Cagnati, giunto al traguardo con due minuti di ritardo, il giovane alto-atesino Daniel Pattis (Südtirol Team Club) e Alex Baldaccini (Atletica Valle Brembana).

L’affermazione di Maestri ha consentito alla formazione di Leffe di imporsi nella classifica a squadre davanti all’Atletica Valle Brembana, completando così una doppietta orobica.

La squadra di Zogno si è rifatta fra gli juniores grazie all’oro conquistato a livello individuale da Alain Cavagna.

Transitato al comando già al primo rilevamento, il 19enne di San Pellegrino Terme ha tagliato il traguardo in 23’52” con 39 secondi di vantaggio su Alessandro Crippa (Atletica Alta Valtellina).

Il team presieduto da Roberto Ferrari si è messo in luce anche in campo femminile grazie a Gaia Colli che ha saputo ribaltare i pronostici rimontando nella prima parte di gara la favorita della vigilia Elisa Sortini (Atletica Alta Valtellina).

Capace di ampliare ulteriormente nella seconda fase della competizione, la bellunese ha concluso le proprie fatiche in 1’14”15 aggiudicandosi così anche il successo fra le Under 23.

“Sono felicissima, non me l’aspettavo davvero. Sono partita tranquilla perché sapevo che la gara era dura. Inoltre avevo appena finito l’altura a Sestriere, non sapevo come avrei reagito essendo scesa solo ieri – ha raccontato Colli dopo l’arrivo -. A metà gara però ho visto che stavo ancora troppo bene per i miei standard e quindi ho deciso di allungare. Proseguendo ho visto davanti la Sortini che era partita più forte, l’ho ripresa e sono andata via con il mio passo, cercando di tenerlo sino alla fine. Quando sono arrivata sul traguardo non ci credevo!”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.