Due chili di droga in casa e piantine di marijuana: due arresti a Gorle - BergamoNews
La perquisizione

Due chili di droga in casa e piantine di marijuana: due arresti a Gorle

La Polizia di Stato di Bergamo ha arrestato nel pomeriggio di giovedì 20 agosto a Gorle due persone, di 42 e 30 anni con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e coltivazione illecita di marijuana.

In casa più di due chili di droga, alcune piantine di marijuana e tutti gli strumenti per preparare le dosi: la Polizia di Stato di Bergamo ha arrestato nel pomeriggio di giovedì 20 agosto a Gorle due persone, di 42 e 30 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e coltivazione illecita di marijuana.

Gli agenti in servizio alla Divisione investigazioni generali e operazioni speciali, dopo aver colto sul fatto la cessione di droga hanno effettuato una perquisizione dell’abitazione di uno dei due arrestati trovando 2 chili e 2 etti di droga, 11 involucri sigillati, sostanza da taglio, bilancini di precisione, 5 piante di marijuana e 1800 euro.

Gli arrestati saranno giudicati venerdì con rito direttissimo.

leggi anche
  • In stazione a bergamo
    Infastidito dai controlli, svuota le tasche: ma la droga era nascosta nella mascherina
    droga nella mascherina
  • Martedì
    Bergamo, controlli della polizia: il cane Juan trova la droga nascosta tra i cespugli
    Generico luglio 2020
  • Le operazioni
    Monasterolo e Zandobbio, due arresti per droga: sequestrato un chilo di stupefacenti
    Carabinieri nostra
  • All'alba di martedì
    Maxi operazione antidroga tra la Sardegna e Bergamo: 33 arresti
    carabinieri ros
  • Il caso
    Diffamazione, rinviato a giudizio Filisetti, l’ex sindaco di Gorle
    Municipio di Gorle
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it