Sponsor

Atalanta, sulle maglie della Champions il logo Plus500, lo stesso dell’Atletico Madrid

Una società di intermediazione online con sede in Israele. Continua la collaborazione con RadiciGroup

L‘Atalanta si globalizza, sempre più internazionale ormai: non sarà più infatti bergamasco lo sponsor principale della società nerazzurra, che dopo una stagione straordinaria anche nella prossima giocherà in Champions League. Plus500 è il nuovo main sponsor, società di intermediazione finanziaria online con sede in Israele, già sponsor dell’Atletico Madrid (si parla, per il club spagnolo, di 42,5 milioni in quattro anni), dei campioni di Polonia del Legia Varsavia e dello Young Boys di Ginevra.

Dopo tre anni non sarà più quindi RadiciGroup a comparire sulle maglie nerazzurre, ma la collaborazione con il gruppo Radici continuerà, probabilmente come secondo sponsor per la Serie A e in Coppa Italia (i dettagli verranno poi comunicati): “Siamo fortemente legati alla maglia nerazzurra -, ha dichiarato Maurizio Radici, vicepresidente di RadiciGroup – perché rappresenta il simbolo di una terra e di una popolazione ricca di valori, attenta alle tradizioni… In un momento come questo, in cui Bergamo è stata messa a dura prova, pensiamo che sia ancora più importante che le eccellenze locali facciano squadra per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi”.

Ma chi è e cosa fa il nuovo sponsor? “Siamo contenti di collaborare con Atalanta, una società ricca di anima, che occupa un posto speciale nei cuori della gente di Bergamo. Atalanta è una potenza in ascesa in Italia e nel calcio internazionale e non vediamo l’ora di supportarli mentre continuano a crescere e a progredire, soprattutto vista la loro partecipazione in Uefa Champions League anche nella prossima stagione”, sono le prime parole di David Zruia, ammonistratore delegato di Plus500. Che è una società quotata sul segmento premium del Mercato Principale di Aziende Quotate della Borsa Valori di Londra ed è inclusa nell’indice FTSE250 (Simbolo: PLUS).

Spiega il comunicato dell’accordo: “Plus500 gestisce una piattaforma di trading online per clienti individuali per commerciare CDF a livello internazionale. Il Gruppo offre più di 2500 differenti strumenti finanziari globali principali, tra cui azioni, indici, materie prime, opzioni, EFT, valuta estera e criptovalute. I clienti di Plus500 possono commerciare CFD in più di 50 nazioni e in 32 lingue. La piattaforma di trading è accessibile da più sistemi operativi (Windows, iOS, Android e Surface) e web browser”.

E il benvenuto di Luca Percassi, amministratore delegato di Atalanta, a Plus500: “È una grande soddisfazione per noi poter collaborare con un brand così prestigioso che senza dubbio contribuirà in modo importante ad un’ulteriore crescita del Club. E’ inoltre per noi motivo di orgoglio che Plus500, per sviluppare e rafforzare il suo brand in Italia, abbia deciso di stringere questa partnership con Atalanta”.

Plus500 sarà perciò il nuovo sponsor principale dell’Atalanta per le prossime tre stagioni, a partire dal 1° settembre 2020. Caldara, Gomez, Pasalic e Toloi sono i ‘testimonial’ nella foto con cui l’Atalanta annuncia l’accordo di sponsorizzazione (e immaginiamo che oltre ai quattro fedelissimi anche Ilicic, Zapata, Muriel, lo stesso Gosens continueranno a indossare la maglia nerazzurra come loro…).

Non sono annunciate cifre sull’accordo con Plus500. Una particolare classifica sugli sponsor di maglia colloca l’Atalanta all’8° posto in Serie A. Al primo il Sassuolo con Mapei che garantirebbe 18 milioni, ma è anche l’azienda che controlla la società neroverde. Poi la Juventus, mentre l’Atalanta ricaverebbe 5 milioni dai suoi sponsor di maglia, RadiciGroup (2 milioni circa), UPower, Automha e Gewiss, mentre gli spagnoli Joma sono sponsor tecnico con un contratto di 2,5 milioni fino al 2024.

Con Automha, azienda bergamasca che ha esordito felicemente sulle maglie nerazzurre in Atalanta-Inter 4-1 dell’11 novembre 2018, c’è già l’accordo anche per la prossima stagione, mentre Gewiss (altra azienda bergamasca leader) ha dato il nome anche allo stadio, oltre a contribuire ai lavori di riqualificazione dell’impianto di viale Giulio Cesare, per cui l’Atalanta ha avuto un finanziamento di 40 milioni da Intesa San Paolo, che sarà anche sponsor principale delle squadre del settore giovanile, praticamente continuando con una nuova realtà il rapporto che legava Atalanta a Ubi Banca.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Automha e l’Atalanta ancora insieme: l’azienda “sponsor di manica” della Dea
La partnership
Automha e l’Atalanta ancora insieme: l’azienda “sponsor di manica” della Dea
Sanpaolo Atalanta
L'annuncio
Intesa Sanpaolo entra nel mondo Atalanta: super accordo col club nerazzurro
Pietro Basciano, Presidente Lega Nazionale Pallacanestro e Marco Ceudek, Coordinator Digital Sport Innovation.
La novità
Gewiss è il nuovo Gold Sponsor della Lega nazionale di pallacanestro
Petagna
Serie a
Un altro calciatore positivo al Covid: è l’ex atalantino Petagna
Champions League
Appunti&virgole
Bayern über alles per la sesta volta. Ma anche l’Atalanta vince la Champions
Atalanta 2019-2020
Appunti&virgole
Atalanta, si riparte oggi a Zingonia: Gasp e il Papu Gomez padroni di casa
Gasperini
Stagione al via
L’incognita-Serie A e il mercato che entra nel vivo: ecco la quinta Atalanta del Gasp
Gasperini
L'intervista
Carica-Gasp: “Scudetto? Fantasie dei giornali, ma vogliamo migliorare ancora”
Romero
Calciomercato
Atalanta-Romero, fumata bianca in arrivo: si prova a chiudere entro il weekend
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI