Alla Piana del Gleno suggestivo concerto dedicato ai cantautori con Giorgio Cordini - BergamoNews
Sabato 22 agosto

Alla Piana del Gleno suggestivo concerto dedicato ai cantautori con Giorgio Cordini

Con il percussionista Gaspare Bonafede, ospite la flautista e cantante Laura De luca

Per il secondo anno consecutivo la Piana del Gleno diventerà un anfiteatro naturale, un palcoscenico a cielo aperto dove potersi fermare ad ascoltare le note di alcune tra le canzoni d’autore più belle del panorama italiano.

La Pro Loco di Vilminore, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale e con il sostegno di diversi sponsor, propone per sabato 22 agosto la seconda edizione di “Concerto del Gleno”. Quest’anno la musica che accompagnerà la giornata in quota, a oltre 1.500 metri, sarà quella del duo composto da Giorgio Cordini e Gaspare Bonafede.

Giorgio Cordini, per otto anni chitarrista di Fabrizio De André, proporrà, in duo con il percussionista Gaspare Bonafede, un repertorio dedicato alla canzone d’autore, ripercorrendo le orme di personaggi che hanno scritto e interpretato brani indimenticabili: da Fabrizio De André a Francesco Guccini, da Ivano Fossati a Paolo Conte. Non mancheranno anche altri brani, tra cui alcuni tratte dal suo CD “Piccole Storie“, ispirati al linguaggio musicale e agli argomenti che ricorrono nella produzione dei più grandi cantautori italiani.

Il duo avrà un’ospite speciale, Laura De Luca, flautista e cantante che ha già collaborato con alcuni dei più grandi interpreti della canzone d’autore, tra cui Roberto Vecchioni e Fabrizio De André.

Il concerto vero e proprio inizierà alle 13, ma è consigliabile salire prima alla Piana del Gleno, anche per godere dello spettacolo dei resti della Diga del Gleno, monumento a una delle più grandi tragedie industriali italiane. La Diga del Gleno, realizzata nel primo Novecento, crollò il primo dicembre del 1923: un fiume di acqua e fango travolse e cancellò interi paesi, uccidendo anche centinaia di persone. Per tutelare e valorizzare la Diga, la Pro Loco di Vilminore ha scelto quest’anno di candidarla a Luogo del Cuore del Fai: la candidatura può essere supportata votando a questo link: https://fondoambiente.it/luoghi/diga-del-gleno?ldc .

La Diga può essere raggiunta percorrendo uno dei sentieri che partono dal Comune di Vilminore di Scalve: il sentiero di San Carlo o da Bueggio (numero 410, difficoltà E), quello che inizia nella frazione Pianezza (sentiero 411, difficoltà E, tempo di percorrenza un’ora) e quello che parte sul versante opposto, nella frazione Nona (numero 409°, difficoltà E). Si raccomandano calzature e abbigliamento adeguato.

Per l’occasione il bus navetta che solitamente collega esclusivamente Vilminore a Pianezza si sdoppierà e percorrerà anche il tragitto che porta fino a Nona. Qui, tra i vicoli e i porticati storici del paese, avrà luogo la prima edizione dei “Mercatini dei Simòlares”: esposizione di artigiani e hobbisti, dalle 10 alle 19.

leggi anche
  • Anche su raitre
    Al Concerto di Ferragosto operatori sanitari impegnati contro il Covid: due bergamaschi
    Francesca del Carro Monica Casati
  • Sant'omobono
    Concerto alla Cornabusa per la gente di montagna falciata dal Covid
    Generico luglio 2020
  • Bergamo
    La tromba di Enrico Rava nella magica atmosfera del Lazzaretto
    enrico rava (foto Gianfranco Rota)
  • Istat
    A Bergamo calano ancora i prezzi: in particolare di bollette e alimentari
    Secondo il presidente della Camera di commercio di Bergamo, Malvestiti in bergamasca ci sono troppi centri commerciali
  • L'operazione
    Italmobiliare acquisisce il controllo dell’Officina di Santa Maria Novella
    Generico agosto 2020
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it