Scontro a Cavernago: la vittima gestiva il negozio in cui lavorava il giovane morto a Ferragosto - BergamoNews
Di oltre il colle

Scontro a Cavernago: la vittima gestiva il negozio in cui lavorava il giovane morto a Ferragosto

Il paese di Oltre il Colle in pochi giorni piange  due vittime: il giovane Alessandro Dolci e il 69enne Claudio Tiraboschi

Grave incidente stradale intorno alle 13 di lunedì 17 agosto a Cavernago con un morto, Claudio Tiraboschi, 69 anni di Oltre il Colle, e un ragazzo di 27 anni ferito.

Secondo le prime informazioni si tratterebbe di uno scontro frontale tra un camion e un furgone, avvenuto lungo la Statale 498, poco prima del ristorante Il Saraceno, un tratto di strada in cui l’andatura di solito non è molto sostenuta. Sono tre in totale i mezzi coinvolti.

La dinamica è ancora al vaglio delle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenute, oltre ai vigili del fuoco di Bergamo, anche un’ambulanza e un’automedica per i soccorsi alle due persone coinvolte, pare gli autisti dei mezzi.

Il 27enne è stato trasportato in ambulanza all’ospedale di Romano di Lombardia: non sarebbe grave.

Il paese di Oltre il Colle in pochi giorni piange  due vittime: il giovane Alessandro Dolci che ha perso la vita sabato mentre tentava una scalata in mountain bike sulla Corna del Nas e il commerciante Claudio Tiraboschi. I due non solo si conoscevano ma Alessandro lavorava nel negozio di alimentari del Tiraboschi, persona conosciutissima e amata che gestiva il negozio di famiglia con l fratello Roberto.

leggi anche
  • Tragedia di ferragosto
    Zorzone piange Alessandro, il 15enne precipitato nell’arrampicata all’Alben
    soccorso alpino
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it