BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rapina tre minorenni a Osio Sotto, 20enne fermato poche ore dopo dai carabinieri

Il ragazzo è stato rintracciato poco dopo aver compiuto il reato

È stato rintracciato e fermato il 20enne senegalese, B.I.D. le sue iniziali, poche ore dopo la rapina compiuta assieme a due complici ai danni di tre ragazzini minorenni a Osio Sotto.

Tutto è successo nella serata di giovedì 13 agosto: il senegalese ha seguito i tre malcapitati che, dopo essere stati alle giostre di Osio Sotto, stavano rincasando in sella alle loro biciclette. Li ha fermati poco dopo il cavalcavia dell’autostrada di via Papa Giovanni XXIII, raggiunto da due complici che gli hanno dato man forte.

La banda ha chiesto ai minorenni tutti i soldi che avevano nei portafogli. Secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, uno dei tre avrebbe anche minacciato di morte i ragazzini, dicendo di essere in possesso di una pistola.

I ragazzi, spaventati, hanno quindi contattato i genitori con i quali – vista l’ora e su indicazione della pattuglia della sezione radiomobile della compagnia di Treviglio inviata sul posto dall’operatore della centrale operativa del 112 – hanno sporto denuncia nella vicina tenenza di Zingonia, aperta ad orario continuato.

Le immediate ricerche avviate in zona dai militari e la precisa descrizione dell’abbigliamento di uno dei giovani autori della rapina, hanno consentito all’equipaggio intervenuto di rintracciare una persona corrispondente nella descrizione fornita del rapinatore, indicato come un ragazzo di colore di circa vent’anni con indosso un gilet nero e maglietta bianca e, in particolare, una bandana rossa.

Il 20enne senegalese è stato così rintracciato e fermato, quindi deferito all’autorità giudiziaria per il reato di rapina e rimesso in libertà.

Visti i diversi precedenti specifici dell’autore, gli investigatori dell’arma di Treviglio stanno svolgendo ulteriori accertamenti per accertare la compatibilità del modus operandi con altri reati simili avvenuti negli ultimi mesi nella stessa area geografica.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.