BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ma le norme anticontagio all’Adda Beach Village?” I titolari: “Festa privata, seguite tutte le regole” fotogallery

Un video mostra un assembramento senza molte misure anti Covid 19 all'interno dell'Adda Beach Village, domenica sera. La spiegazione del titolare

Un video riprende un momento di festa all’Adda Beach Village di domenica 9 agosto.

Generico agosto 2020

Una lettrice scrive a Bergamonews: “Vorrei segnalarvi la festa che si è tenuta questa domenica, 9 agosto, presso l’Adda Beach Club, sulla riva del fiume, in completo spregio delle norme anticontagio. Non escludo che si tengano spesso, vista la quantità di partecipanti. Al di fuori da ogni regola è ogni minima norma dettata dal buonsenso.
Una grande ingiustizia nei confronti di quegli esercenti che seguono le regole compromettendo i propri incassi, ma che hanno senso di responsabilità verso la comunità”.

“Apprendiamo con stupore questa denuncia – risponde Andrea Grassi, uno dei titolari dell’Adda Beach Village -. A tutte le persone che sono entrate nella nostra struttura è stata rilevata la temperatura, avevano l’obbligo della mascherina e se non ne erano in possesso potevano acquistarla da noi. A bordo piscina sono state rispettate le distanze tra le sdraio e i nostri bagnini hanno avuto cura che in acqua non ci fossero più di 50 bagnanti”.

“In merito al video – prosegue Grassi – segnalo che si tratta di un evento straordinario, (con date ben precise durante la stagione estiva) in quanto la struttura viene principalmente usata come piscina pubblica. Puntualmente su ogni evento straordinario, la struttura provvede alla richiesta di Scia Temporanea, con richiesta all’Areu Lombardia e le relative approvazioni. La zona dove le persone potevano ballare è un’area opportunamente realizzata durante il periodo di Lockdown con enormi sforzi sia fisici, sia economici. Si tratta di un’area di oltre 400 metri quadrati, sottostante all’area piscina e ben divisa da questa per poter far serate in sicurezza con i nostri clienti. Era presente a vigilare del personale preposto al controllo anti contingentamento. Agli ingressi sono state compilate liste con nome e cognome, numero di telefono dei presenti seguendo la normativa vigente. Come si può vedere nel video, nell’area c’erano opportuni tavoli per il brunch e solamente chi era in quella zona poteva ballare. Nessuno ballava in piscina in quanto la normativa e relativa ordinanza della Regione Lombardia non prevede questo genere di intrattenimenti. Viviamo in un periodo di grande sconforto per tutte le vittime che ci sono state in tutto il mondo e in Italia. La nostra è un’attività prettamente estiva, la struttura ha collaborato per alcune giornate del Cre estivo sia del comune di appartenenza sia per la Parrocchia di Terno d Isola sia di Grassobbio, facendo stare in sicurezza dai più piccoli ai più grandi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.