• Abbonati
Brescia

Pisogne, accoltella la madre nel sonno e poi si butta dalla finestra

Una doppia tragedia per fortuna soltanto sfiorata nella notte tra martedì e mercoledì

Ha accoltellato la madre di 76 anni mentre dormiva, poi ha cercato di togliersi la vita. È successo nella notte tra martedì e mercoledì in un’abitazione di Pisogne (sponda bresciana del lago d’Iseo), dove sono intervenuti i carabinieri di Breno.

Una doppia tragedia, per fortuna, soltanto sfiorata, come riporta Bresciatoday.it. A evitare il peggio è stato il tempestivo intervento dell’altro figlio della vittima. L’uomo, svegliato dalle grida provenienti dalla stanza della madre, è accorso immediatamente in suo aiuto. Dopo aver disarmato la sorella 54enne, che ancora stringeva tra le mani un grosso coltello da cucina, ha chiamato i soccorsi.

Nel frattempo lei, a quanto sembra affetta da tempo una grave forma di depressione, si è chiusa nella sua stanza e si è ferita al petto e all’addome con un altro coltello. Quando nell’abitazione hanno fatto irruzione i sanitari e i carabinieri di Pisogne e Breno, la donna si è lanciata dalla finestra della sua camera, situata al secondo piano. È precipitata nel vuoto per circa 8 metri, riportando gravi traumi. Dopo le prime cure, è stata ricoverata all’ospedale Niguarda di Milano: le sue condizioni sarebbero critiche, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Non profonde le ferite riportate dall’anziana, nonostante pare sia stata colpita più volte al petto con un coltello lungo circa 30 centimetri.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
leggi anche
Ambulanza nostra
In via dei caniana
Bergamo, incidente tra auto e monopattino: grave una giovane
soccorso alpino
Mercoledì mattina
Adrara San Rocco, escursionista 48enne soccorsa al rifugio Gemba
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI