BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Laboratorio Italiano Design

Informazione Pubblicitaria

Vivere en plein air: la zona living trasloca all’esterno

Nuovo appuntamento con la rubrica di interior design, in collaborazione con Laboratorio Italiano Design di Bergamo: parliamo dell’evoluzione della zona living

“Ora io vedo il segreto per la creazione di persone migliori. È crescere all’aria aperta e mangiare e dormire con la terra”.

Sembra che i designer e le aziende di arredo outdoor abbiano sposato il pensiero di Walt Whitman per creare gli arredi da esterno di ultima generazione, dando la possibilità di vivere all’aperto sino ad autunno inoltrato.

L’importanza degli spazi esterni è stata sempre considerata dall’architettura sin dalla storia più antica. Ne sono un esempio il giardino di Villa d’Este a Tivoli, Parco Sigurtà in Veneto così come Giardin Giusti a Verona, o il verde dell’Isola Bella sul Lago Maggiore, ma anche i giardini che circondano Versailles e i castelli della Loira, o quelli delle residenze nobiliari inglesi. Le mode prendono il sopravvento: giardino all’italiana, all’inglese; in tempi moderni i giardini verticali (cfr. biologo Patrick Blank).

Se partiamo dal concetto che il Verde simboleggia l’armonia, l’equilibrio, la speranza e la perseveranza; e si va via via diffondendo sempre più il praticare attività sportive all’aperto per rigenerarsi al meglio, allora possiamo affermare – presuntuosamente – che dedicare la massima attenzione all’arredamento degli spazi esterni ci renderà delle “persone migliori”.

Per affrontare questo tema e stuzzicare la fantasia del lettore analizzeremo alcuni progetti di giardino che abbiamo sviluppato; e se il giardino non c’è nessun problema, questi possono essere riadattati a balconi e terrazzi tenendo in considerazione le metrature degli stessi.

Il consiglio è quello di rivolgersi ad esperti di giardinaggio per creare la giusta armonia tra piante e fiori – oltre che dar vita al corretto filtro per proteggere la vostra privacy – ma suggeriamo di creare una piccola zona da dedicare alle erbe aromatiche – anche in forma di giardino verticale – che torneranno utili per la creazione di cibi e drink da offrire ai vostri ospiti.

Una volta analizzata la pianta, essa viene suddivisa tre zone distinte: una zona per la degustazione, una per la conversazione e in ultima una zona piscina e/o idromassaggio.

La zona living è caratterizzata da una pergola bioclimatica con tetto piatto ed impermeabile che consente, attraverso un facile movimento delle lame, di decidere l’incidenza della luce e della ventilazione. Un sistema di gronde fa defluire l’acqua nelle colonne; le lame sono studiate in modo che l’acqua scorra ai lati qualora venissero aperte dopo un temporale. E se si desidera una maggiore protezione è possibile aggiungere ai lati della pergola ulteriori filtri come delle vetrate o delle tende – dalle nuance naturali – da legare alle colonne.

La struttura appoggia sul un pavimento galleggiante in legno – si punta a coordinare i pavimenti interni con quelli esterni per rispondere all’esigenza di sfruttare gli spazi esterni intesi come un prolungamento dell’indoor. Questa tipologia di rivestimento presenta notevoli vantaggi: le piastrelle adatte all’ambiente esterno, quindi agli sbalzi climatici ed alle intemperie, non vengono incollate bensì adagiate su opportuni supporti in materiale plastico di forma circolare che lasciano spazio ai movimenti dilatanti dovuti dal caldo e dal freddo.

Metodologia più economica in quanto richiede minore lavoro di manodopera, in caso di rottura o rovina di una piastrella, sarà necessario sostituire il singolo pezzo sollevandolo senza necessariamente rompere.

Sotto la pergola trovano spazio un tavolo rettangolare in alluminio verniciato, in colore green tea, con piano in gres porcellanato, di grande dimensioni abbinato a delle poltroncine la cui lavorazione è un richiamo ai grafismi che si disegnano, fra luci ed ombre, all’interno di un bosco, della stessa tonalità del tavolo. La seduta delle stesse è rivestita da un cuscino – sfoderabile e tessuto waterproof – dalla tonalità rose grey.

Nessuna cucina esterna, ma un barbecue a gas dotato di svariate griglie di cottura, una di riscaldamento e di un affumicatoio.

Distante dalla zona pranzo, ma sempre sotto la pergola, la zona conversazione caratterizzata da un divano, una dormeuse e una poltroncina, oltre a tre tavolini tondi posti ai lati delle sedute. Ogni componente di arredo è dello stesso materiale e colore del tavolo da pranzo; i cuscini che ricoprono il divano e le poltroncine sono identici a quelli delle sedie intorno al tavolo da pranzo, in versione waterproof, resistente alla pioggia, all’umidità, alle macchie e alla polvere, non vanno ritirati all’interno e non serve coprirli.

Questo angolo viene scaldato da un braciere dalla sagoma essenziale, interamente realizzato in acciaio arrugginito che poggia su una base circolare.

In acciaio arrugginito, dalla forma tondeggiante, anche le fioriere poste in prossimità degli angoli della pergola, che contengono piante di citronella, a creare il giusto filtro tra il giardino e gli insetti.

L’illuminazione è data da delle applique lanterna a parete, dello stesso materiale del braciere e delle fiorire, poste sulla pergola e da alcuni lampioncini a led posti sul perimetro.
Il percorso per raggiungere la zona piscina è segnalato da dei faretti a led e da una pavimentazione in pietra. Si è optato per una piscina riscaldata, di discreta dimensione, realizzata fuori terra rivestita in legno con una struttura soppalcata: il materiale diventa protagonista, creando altresì una zona seduta e solarium dove trovano posto delle chaise-longue in alluminio verniciato della stessa tonalità degli arredi della zona living.

Una coccola per i vostri ospiti e un tocco di classe che crea la giusta armonia cromatica, è dato dalla cesta di vimini che contenente delle fouta asciugamano di cotone e lino dalle tonalità green tea.

Un ulteriore suggerimento: dedicate una mise en place solo per il giardino optando per dei runner in tessuto naturale o delle tovagliette di rattan, puntando sui toni pastello, anche per le stoviglie, ma con calici rigorosamente di cristallo. E per decorare la tavola: moccoli e candele oltre a un centrotavola con i fiori del vostro giardino.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.