Morì nell'incendio del Papa Giovanni: "La ricorderemo in silenzio, senza slogan urlati" - BergamoNews
Bergamo

Morì nell’incendio del Papa Giovanni: “La ricorderemo in silenzio, senza slogan urlati”

Il Forum Associazioni per la Salute Mentale renderà così omaggio a Elena Casetto, la 19enne uccisa dalle fiamme all'ospedale cittadino un anno fa

Giovedì 13 agosto, primo anniversario della tragica morte di Elena Casetto nell’incendio del SPDC del Papa Giovanni XXIII, il Forum Associazioni per la Salute Mentale di Bergamo proporrà un momento di ritrovo, simbolico e silenzioso, alle 10 all’ingresso dell’ospedale di Bergamo: niente slogan urlati, ma la distribuzione a chi parteciperà del comunicato stampa 13 agosto 2020. Per non dimenticare che il Forum sta rendendo pubblico in questi giorni.

“Il significato dell’iniziativa – spiegano le associazioni – è anzitutto quello di non dimenticare Elena, morta a 19 anni legata al letto, e nello stesso tempo ricordare alle istituzioni, sanitarie e sociali, la richiesta delle nostre associazioni di salute mentale di abolire la contenzione in tutte le strutture sociosanitarie”.

leggi anche
  • Il post della scrittrice
    Elena, bruciata nel letto d’ospedale: “Ci sono ma non esisto, è quel che grida la sua morte”
    Incendio ospedale Bergamo

“Purtroppo – si legge ancora nella nota – il Covid-19 ha interrotto il percorso, complesso ma significativo, che avrebbe dovuto portare alla realizzazione del convegno a livello nazionale “Città libere da contenzione. Insieme si può” previsto per il 2 aprile 2020. Ma questo non ci impedirà di riprendere il cammino per questo fondamentale obiettivo che attiene alla dignità e ai diritti delle persone”.

L’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle nuove disposizioni regionali post Covid.

leggi anche
  • Martedì
    Ospedale di Bergamo, ore 10: il fuoco divampa dalla camera della giovane paziente che muore
    Incendio ospedale Bergamo
  • Il test in psichiatria
    Rogo in ospedale, la Procura: “Materiali a norma”, restano gli interrogativi
    In ospedale si replica l'incendio scoppiato in psichiatria
  • A osio sopra
    Rogo in psichiatria, proteste fuori dall’ospedale: lunedì i funerali della giovane
    Generico settembre 2019
  • La ricostruzione
    Il dramma di Elena, morta bruciata a 19 anni nel letto d’ospedale
    Il rogo all'ospedale Papa Giovanni
  • Gli sviluppi
    Rogo in ospedale, 7 giorni dopo nessuna traccia dell’accendino: oggi l’autopsia sul corpo di Elena
    Il rogo all'ospedale Papa Giovanni
  • La tragedia in psichiatria
    La mamma di Elena, morta a 19 anni nel rogo in ospedale: “Chiedo la verità”
    Elena Casetto e la mamma
  • L'autopsia
    Morta a 19 anni nel rogo in ospedale: sul corpo di Elena un accendino bruciato
    incendio ospedale
  • La tragedia
    Filosofia, musica, poesia: sogni e passioni di Elena, morta a 19 anni nel rogo in ospedale
    Elena Casetto
  • Bergamo
    Un rogo artificiale in ospedale per ricostruire le condizioni in cui è morta Elena
    ospedale test post incendio
  • I funerali
    A Osio Sopra l’ultimo saluto a Elena, la 19enne morta nel rogo in ospedale
    I funerali di Elena Casetto
  • Letto per voi
    “Sleghiamo i ‘matti'”: Panorama e la storia di Elena, morta nel rogo al Papa Giovanni
    Elena Casetto
  • Il 13 agosto 2019
    Elena morì nel rogo in ospedale: “Mai più contenzione nelle strutture sanitarie”
    Elena Casetto
  • L'iniziativa
    “Più attenzione alle persone con malattie mentali”: l’appello in ricordo di Elena Casetto
    Salute mentale
  • Il rogo
    Ambivere, fienile in fiamme nella notte
    Generico agosto 2020
  • Delle fonti prealpi
    A fuoco nella notte deposito ad Almè
    Incendio fonti prealpi Almè
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it