BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Enac diffida Ryanair: “O rispetta le norme anti-Covid o stop ai voli in Italia”

L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile sarebbe stata informata dalle direzioni aeroportuali di ripetute infrazioni da parte del vettore irlandese: in caso di continua inosservanza si potrebbe arrivare anche alla sospensione delle attività.

O Ryanair rispetta le norme anti contagio o le verrà sospesa ogni attività di trasporto aereo negli scali italiani: è questo il senso del messaggio che la compagnia aerea low cost irlandese si è vista recapitare nei giorni scorsi dall’Enac, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, che contestualmente ha anche informato l’omologa autorità irlandese delle “ripetute violazioni delle norme sanitarie anti Covid-19 disposte dal Governo italiano a protezione della salute dei passeggeri”.

Una sorta di ultimatum, che comprende anche la richiesta di riproteggere tutti i passeggeri già in possesso di titolo di viaggio.

Enac è stata informata da diverse società di gestione aeroportuale che Ryanair “sistematicamente non si attiene alle disposizioni previste in Italia per limitare il rischio sanitario derivante dal coronavirus a bordo degli aeromobili in partenza e in arrivo negli aeroporti nazionali. Non solo non viene osservato l’obbligo del distanziamento tra i passeggeri, ma anche le condizioni che consentono la deroga a tale distanziamento sono disattese”.

Qualora i comportamenti scorretti dovessero perdurare, a Ryanair potrebbe in prima battuta essere proibito di derogare all’obbligo del distanziamento (con la capacità degli aeromobili che si ridurrebbe del 50%) e, in caso di ulteriore inosservanza, si potrebbe arrivare anche alla sospensione di ogni attività di trasporto aereo negli scali nazionali.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.