Quantcast
Ripresa della scuola: le linee guida per nidi e materne - BergamoNews
Spazi, accessi, organico

Ripresa della scuola: le linee guida per nidi e materne

Confermato che per i bambini di età inferiore a 6 anni non è previsto l'obbligo di indossare la mascherina

Il ministero dell’Istruzione ha compiuto il primo passo per la ripresa della scuola dopo l’estate e soprattutto dopo la lunga pausa forzata dovuta all’emergenza Covid-19.

Sono state infatti approvate in Conferenza Unificata le Linee Guida per la fascia che va da zero a 6 anni. Il via libera permetterà l’orientamento per il ritorno in classe e per le attività in presenza dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia.

Resta confermato che per i bambini di età inferiore a 6 anni non è previsto l’obbligo di indossare la mascherina. Tutto il personale è tenuto all’utilizzo corretto di dispositivi di protezione individuali.

Spazi

L’organizzazione degli spazi prevede aree strutturate, nel rispetto delle esigenze della fascia di età, anche attraverso una diversa disposizione degli arredi, affinchè si possano realizzare le esperienze quotidianamente proposte, nel rispetto del principio di non intersezione tra gruppi diversi, utilizzando materiale ludico-didattico, oggetti e giocattoli assegnati in maniera esclusiva a specifici gruppi/sezioni. In particolare, dovrà essere valorizzato l’uso degli spazi esterni e di tutti gli spazi disponibili che potranno essere “riconvertiti” per accogliere stabilmente gruppi di relazione e gioco.

Attenzione ai momenti dedicati all’accoglienza che, compatibilmente con gli spazi a disposizione, è preferibile organizzare all’esterno, prevedendo possibilmente punti di ingresso e uscita differenziati. Ad accompagnare i bambini potrà essere un solo genitore, nel rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura. Per favorire le misure organizzative idonee alla limitazione del contagio, si potrà tenere un registro delle presenze delle eventuali persone che accedono alla struttura.

Gli accessi

Per quanto riguarda l’accesso dei più piccoli alle strutture educative, non sarà necessaria la rilevazione della temperatura corporea all’ingresso, ma bambini e personale non dovranno avere sintomatologia respiratoria o temperatura corporea oltre i 37.5 C, non dovranno essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni nè a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni. L’igiene personale, anch’essa elemento caratterizzante del percorso educativo dei bambini all’interno dei servizi educativi e di istruzione, dovrà essere integrata nelle routine che scandiscono normalmente la giornata dei bambini per l’acquisizione di corretti e rispettosi stili di comportamento, compatibilmente con l’età e con il loro grado di autonomia e consapevolezza.

I bambini

Particolare attenzione viene data al benessere delle bambine e dei bambini: ci saranno gruppi/sezioni stabili organizzati in modo da essere identificabili, con l’individuazione per ciascun gruppo del personale educatore, docente e collaboratore, con lo scopo prioritario di semplificare l’adozione delle misure di contenimento conseguenti a eventuali casi di contagio e limitarne l’impatto sull’intera comunità scolastica.

Organico

Per garantire la ripresa e lo svolgimento in sicurezza dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia in presenza, laddove necessario, i sottoscrittori del documento, ciascuno secondo le proprie competenze in materia di Sistema integrato 0-6, si impegnano a verificare la possibilità di individuare ulteriori figure professionali, di prevedere eventuali deroghe per le sostituzioni e di assegnare dotazioni organiche aggiuntive nei limiti delle risorse disponibili. Per quanto riguarda le scuole dell’infanzia statali il Ministero si sta già adoperando per un incremento dell’organico. Si prevedono anche momenti di formazione/informazione specifica del personale.

“Si tratta di un altro tassello importante in vista della ripresa di settembre – commenta la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina -. Stiamo lavorando ogni giorno, senza sosta, per riportare tutti a scuola, dai più piccoli ai più grandi. Già con il documento del 26 giugno, il Piano per la ripartenza di settembre, avevamo dato indicazioni per la scuola dell’infanzia, con il Documento approvato oggi allarghiamo ai più piccoli. Le bambine e i bambini sono quelli che più hanno sofferto il periodo di chiusura, a tutti loro stiamo riservando particolare attenzione per la ripresa, penso anche all’organico in più che garantiremo proprio per far sì che il loro sia un rientro sereno e in sicurezza”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
asilo nido
La decisione
Nidi e scuola materne, l’amministrazione di Treviolo rimborserà le rette di marzo
Asilo nido Levate
La richesta
L’appello della Cisl: “A giugno riaprire nidi e centri estivi, scelta civile e pedagogica”
Asilo nido Levate
Bergamo
Nidi e scuole chiuse: le rette vanno pagate? La sollecitazione di Federconsumatori
Asilo Nido Treviglio
Bassa
Nidi e trasporto scolastico: con gli asili chiusi a Treviglio si rimborsano i genitori
Panificio
Le reazioni bergamasche
Bonus per chi acquista nei negozi dei centri storici? “Speriamo sia vero”
Alessandra Gallone
Scuola
Gallone all’attacco di Azzolina: “Bisogna aiutare i dirigenti scolastici a trovare nuove aule”
"Puffiland”, a Bergamo nuovo asilo nido trilingue
Ordinanza regionale
Lombardia, il 7 settembre riaprono le scuole dell’infanzia: misurare la temperatura
scuola vuota (foto Kyo Azuma da Unsplash)
A bordo campo
La scuola (e non solo) verso la ripartenza: con tante incognite
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI