Gomez è uno degli ultimi a mollare, Caldara sempre attento su Lukaku - BergamoNews
Le pagelle

Gomez è uno degli ultimi a mollare, Caldara sempre attento su Lukaku

GOLLINI S.V.: In un minuto inventa tutto quello che di negativo può inventarsi, dall’uscita a vuoto che costa il gol di D’Ambrosio, allo scontro nella stessa azione con Gosens che lo costringe ad uscire per un trauma al ginocchio sinistro.

SPORTIELLO (Dal 2’ pt) 6: Incolpevole sul raddoppio di Young.

TOLOI 5,5: Fatica su Lautaro e si becca un giallo al 43’. Sempre a rincorrere, prestazione non del tutto sufficiente.

CALDARA 7: Su Lukaku ci va di fisico e dimentica il fioretto. Se la cava senza troppi timori reverenziali. Il migliore.

DJIMSITI 6: Prende il giallo al 24’, poi tiene bene la posizione senza concedere spazi. Ma forse Gasp vorrebbe più inserimenti.

CASTAGNE 5: Concede troppa libertà a Young nell’azione del raddoppio dell’Inter. In parte rimedia su Lautaro al 39’ ma la leggerezza in chiudere sul raddoppio dell’Inter è grave.

HATEBOER (Dal 15’ st) 5,5: Non fa meglio di Castagne, manca la spinta e la superiorità numerica che dovrebbe creare.

DE ROON 6: A tutto campo come sempre, un paio di recuperi anche su Lukaku a metterla sul fisico.

FREULER 5,5: La poca intensità nei movimenti e la lentezza nel ripartire consigliano di provare con Malinovoskyi.

MALINOVSKYI (Dal 15’ st) 6,5: Il record di gol da fuori area gli riesce solo una volta a prendere un corner. Poi doppia giocata per Zapata con tunnel a De Vrij da cineteca. Facilità anche nelle giocate da fermo, senza Ilicic merita di essere titolare.

GOSENS 5,5: D’Ambrosio è stato messo sulla fascia per bloccarlo. Quando si libera è tardi e l’occasione quasi allo scadere esce di un soffio.

PASALIC 5: Non entra quasi mai nel gioco, come a Parma non trova mai la posizione per incidere.

GOMEZ 6: Sedici assist in stagione, questa volta non lo seguono i compagni. Lui non mollerebbe mai anche se la stanchezza si fa sentire e gli impedisce le giocate che vorrebbe.

ZAPATA 6: Sportellate con De Vrij senza troppi risultati. Spreca nel finale una buona occasione su assist di Muriel.

 

GASPERINI 6: Deve fare a meno di Palomino che era ideale per Lukaku. Sceglie Pasalic e non Malinovskyi: l’assenza di Ilicic si fa sentire, manca l’intensità che l’Inter invece è in grado di proporre. Rimane il grosso risultato del terzo posto e una stagione straordinaria. L’ultima partita non conta anche perché la testa è già a Lisbona.

Più informazioni
leggi anche
  • Appunti & virgole
    Atalanta, bisogna ricaricare le pile. E comunque è un gran terzo posto
    Atalanta-Inter
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it