BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, in via Baioni e Ruggeri da Stabello arrivano le corsie ciclabili

Il Comune: "favoriranno l'ingresso in città da Ponteranica"

Nelle scorse ore i tecnici del Comune di Bergamo e Atb hanno realizzato le nuove corsie ciclabili lungo via Baioni e Via Ruggeri Da Stabello, per favorire l’ingresso in città da Ponteranica. Prosegue quindi il lavoro di realizzazione quelle che in Europa sono conosciute come “cycle strip” o “bike lane”, le corsie ciclabili che servono a dare maggiore visibilità a chi si sposta in bicicletta, su uno spazio condiviso con gli automobilisti sulla strada.

La corsia ciclabile è una novità nel nostro Paese, ma realtà consolidata in diversi Paesi del continente: è stata prevista dal Governo nell’articolo 232 del cosiddetto “decreto rilancio”, che contiene diverse misure per incoraggiare l’utilizzo di mezzi di trasporto più sostenibili: un’esigenza diventata ancora più urgente dopo l’allentamento delle restrizioni contro il coronavirus, che rischiano di rendere le città più trafficate di prima vista la riduzione della capienza dei mezzi pubblici, soprattutto in vista della riapertura delle scuole a settembre.

Oltre ai tempi e costi ridotti, la virtù principale della corsia ciclabile è infatti “quella di marcare” sulla strada lo spazio di rispetto e tutela del ciclista. A differenza della pista ciclabile vera e propria, che richiederebbe uno spazio dedicato esclusivamente ai ciclisti (non sempre ricavabile nelle strade a sezione ristretta, tanto comuni a Bergamo), la “corsia ciclabile” individua uno spazio di attenzione e precedenza per la mobilità dolce in modo meramente visivo, all’interno della carreggiata. Secondo alcuni esperti di mobilità sostenibile, gli automobilisti tendono a non percepire che il lato destro della carreggiata possa essere occupato dai ciclisti: di conseguenza prestano loro meno attenzione nelle manovre, non rispettando la distanza di sicurezza. Se invece le biciclette si muovono sul lato destro della strada all’interno di una segnaletica di protezione come quella individuata dalle “corsie ciclabili”, per quanto leggera, le condizioni di sicurezza migliorano.

Nei giorni scorsi Palafrizzoni ha avviato la loro realizzazione lungo via dei Caniana e via San Giorgio per collegare il polo universitario a via Paleocapa e al centro città da un lato e alla nuova ciclabile realizzata lungo via Moroni. Dopo via Ruggeri da Stabello e Baioni, l’Amministrazione si metterà al lavoro lungo via Corridoni e Suardi per favorire l’ingresso da Torre Boldone (secondo tempistiche coordinate con i cantieri in corso) e lungo viale Papa Giovanni, viale Roma e viale Vittorio Emanuele fino alla stazione della funicolare, per collegare la stazione al centro cittadino (secondo tempistiche coordinate con i cantieri in corso).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.