Quantcast
Rsa, disabili e assistenza domiciliare: nuovi sostegni in arrivo dalla Regione - BergamoNews
Dal bilancio

Rsa, disabili e assistenza domiciliare: nuovi sostegni in arrivo dalla Regione

Lo annuncia il consigliere regionale bergamasco Jacopo Scandella, sottolineando l'input dato da tre ordini del giorno presentati dal Partito Democratico

“Il mondo della fragilità ha nuovi sostegni, grazie alle richieste presentate dal Gruppo regionale del Pd, nelle more dell’assestamento di bilancio, discusso nelle scorse ore. Tre importanti ordini del giorno sono stati approvati all’unanimità”: esulta Jacopo Scandella, consigliere regionale bergamasco del Partito Democratico, per le novità in arrivo per Rsa, disabilità e assistenza domiciliare.

Dietro la richiesta del gruppo consiliare del Pd, la Giunta dovrà individuare le risorse necessarie per aggiornare i valori del Sidi, il sistema retributivo per i servizi per la disabilità, che considera la fragilità del singolo ospite, ne definisce la classe di appartenenza e la relativa remunerazione sanitaria che era ferma agli importi del 2010.

“Un’operazione facilitata dal fatto che, con il decreto Rilancio, il Governo ha incrementato i fondi di 90 milioni, 20 dei quali destinati alla Lombardia”, sottolinea Scandella.

Per quanto riguarda, invece, le persone anziane, un altro ordine del giorno chiede alla Giunta di intervenire per “stanziare un apposito fondo per la copertura dei maggiori costi di gestione sostenuti dalle Rsa in seguito all’emergenza Covid e dei mancati introiti dovuti alla sospensione degli ingressi in struttura durante il periodo di blocco delle liste d’attesa da parte della Regione – prosegue il consigliere –. Inoltre, vogliamo che vengano date disposizioni alle Asst per la sottoscrizione di convenzioni con le Rsa per la messa a disposizione di medici specialisti, e che siano aggiornati i valori della remunerazione, in modo da coprire totalmente i costi dell’assistenza sanitaria agli ospiti”.

Infine, Scandella e il Pd hanno chiesto attenzione anche per l’Adi, l’assistenza domiciliare integrata: “Il consiglio ha approvato anche l’impegno a reperire le risorse per incrementare almeno del 20% il budget per il 2020, così da dare piena copertura alle prestazioni già effettuate e di futura erogazione per l’Adi e l’Adi Covid, disponendo anche la pianificazione dei tamponi e la dotazione di dispositivi di protezione, affinché gli operatori sanitari possano svolgere le attività assistenziali in piena sicurezza”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Ambulanza
La tragedia
Cade e si trafigge con la sedia che stava spostando: morto 44enne di Parre
RSA Martino Zanchi alzano
Ma in sicurezza
Alleggerite in Lombardia le regole di accesso alle Rsa
RSA Martino Zanchi alzano
Denuncia cisl
“Le Rsa lombarde non si adeguano alle indicazioni: 60mila anziani ancora lontani dai parenti”
bimbo scuola
Cologno al serio
“Per mio figlio disabile non ci sono fondi”, la sindaca: “Pronti ad aiutarlo”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI