Non ce l'ha fatta la bimba di Costa Volpino finita sott'acqua nel lago - BergamoNews
Il dramma

Non ce l’ha fatta la bimba di Costa Volpino finita sott’acqua nel lago

La piccola, 11 anni, era stata ricoverata all'ospedale Papa Giovanni di Bergamo in condizioni disperate

Non ce l’ha fatta la bambina di 11 anni che era finita sott’acqua nel lago di Iseo a Pisogne, domenica pomeriggio.

La piccola, residente a Costa Volpino, di origini senegalesi, era stata ricoverata all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo in condizioni disperate.

Si trovava al lido della Darsena 2.0, sulla sponda bresciana del lago: lì giocava con alcuni amichetti, accompagnata dai vicini di casa, genitori di un suo coetaneo, quando un certo punto è finita sott’acqua. Soccorsa da alcuni bagnanti, è stata recuperata dopo diversi minuti e il cuore rimasto fermo a lungo.

Per lei e la sua famiglia, a tre giorni di distanza, l’epilogo più triste. In queste drammatiche ore, il padre della bambina sta chiedendo aiuto per poter organizzare il rimpatrio della salma.

leggi anche
  • Domenica pomeriggio
    Bimba gravissima dopo bagno nel lago, ricoverata in ospedale a Bergamo
    Elisoccorso
  • Al papa giovanni
    Bergamo, lingua asportata e ricostruita per tumore: sesto caso in un anno e mezzo
    Ospedale Bergamo nostra
  • La tragedia
    Cade e si trafigge con la sedia che stava spostando: morto 44enne di Parre
    Ambulanza
  • Di piacenza
    Ricoverata a Bergamo dopo la caduta in piscina: muore bimba di 3 anni
    Ospedale Papa Giovanni medico dottore
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it