Quantcast
"High Fidelity": piacevole per occhi e orecchie. Con sorpresa - BergamoNews
Serial ma non troppo

“High Fidelity”: piacevole per occhi e orecchie. Con sorpresa

L’adattamento del romanzo di Nick Hornby con Zoe Krevitz

“Fare una playlist è un’arte delicata. È come scrivere una lettera d’amore, ma meglio in un certo senso” se si potesse scegliere una frase per riassumere in poche parole l’essenza di Rob, personaggio protagonista di High Fidelity, sarebbe proprio questa: due elementi e nient’altro. Amore e musica, meglio se combinati insieme. La trasformazione di Rob Fleming è stata graduale nel corso degli anni: l’autodistruttivo, complesso, nerd, immaturo proprietario del negozio di dischi Championship Vynil nasce nel 1995 dalla penna di Nick Hornby nel romanzo High Fidelity (Alta fedeltà) diventato ormai uno dei libri cult dello scrittore inglese.

Nel 2000, Stephen Frears adatta una versione cinematografica americana con John Cusack nei panni di Rob, Jack Black e Todd Louiso, come Barry e Dick, i due amici e colleghi di Rob, con i quali si diverte a passare il tempo nel realizzare infinite liste e classifiche (rigorosamente top 5) di qualsiasi argomento, in particolare musica.

A febbraio del 2020, Hulu rilascia un reboot di questo ormai classico della Londra anni ’90: una serie tv composta da dieci episodi, adatta da Veronica West e Sarah Kucserka. Ambientata a Brooklyn ai giorni nostri, la scelta è stata quella di affidare il personaggio di Rob, all’interpretazione di Zoe Kravitz, realizzando un’innovazione narrativa – rendere il protagonista, una protagonista – che riesce a dare i suoi frutti e si dimostra una mossa vincente. Cambiano anche i due amici-colleghi del cuore, Simon e Cherise, i quali mantengono comunque i tratti distintivi originari: nerd ed estremamente dediti alla musica, tanto da interrompere il “duro” lavoro al negozio con importanti e concitate discussioni filosofico-musicali.

Quale è la trama di High Fidelity?

Alla base, è presente una trama alquanto semplice. La serie inizia con Rob disillusa e cinica nei confronti dell’amore, ad un anno da quando Mac – l’amore della sua vita – l’ha piantata in asso per trasferirsi a Londra. Per l’ennesima volta, Rob si trova a rimuginare, soffrire e cercare conforto nella sua unica e vera passione: la musica. David Bowie e Prince fanno da colonna sonora alla vita di questa sgangherata proprietaria di un negozio di dischi, la quale escogita un piano per superare la rottura: andare a cercare i suoi cinque ex più importanti e per chiedere come mai è finita, cosa c’è che non va in lei e come può migliorare.

Ovviamente il piano è autodistruttivo fin dall’inizio, in particolare se si aggiunge la presenza di Clyde (Jake Lacy), un bravo ragazzo che cerca in tutti i modi di conquistarla, in aggiunta al ritorno nella sua vita di Mac. Oltre alla complessitá di Rob, si affiancano alla sua storia quella dell’amico Simon e di Charise, cantante inconcludente alla ricerca di una band.

High Fidelity del 2020 è una ventata d’aria fresca ad una storia che non smette mai di appassionare nella sua semplicità e che trova i suoi pilastri nei personaggi (nerd, ironici, delineati) e soprattutto nella musica che ha un ruolo fondamentale nello sviluppo narrativo e nella rappresentazione non solo di un’atmosfera vintage (che permea tutta la serie) ma anche frutto di quella conoscenza musicale, vanto dei veri intenditori.

High Fidelity si dimostra una piacevole sorpresa: non solo per gli occhi, ma anche per le orecchie. E se non ne avete abbastanza, potete trovare le playlist ufficiali con tutte le canzoni utilizzate nella serie. Perché fare una playlist è importante e ci sono delle regole, citando Rob:

“E poi ci sono le regole: deve essere divertente. Devi raccontare una storia, ma non essere troppo ovvio.
Neanche troppo enigmatico.
Non puoi mettere due canzoni dello stesso artista, a meno che – ovviamente – non sia il tuo tema.
Comunque, una buona compilation, come tante cose nella vita, è difficile da fare”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Generico luglio 2020
Carabinieri
Capriate, tenta di estorcere denaro a un imprenditore: arrestato 32enne
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI