Quantcast
"Ammen": esilarante commedia col sapore della ripartenza - BergamoNews

Cinema

Il film

“Ammen”: esilarante commedia col sapore della ripartenza

Primo film uscito in sala dopo il lockdowm, "Ammen" si propone come una simpatica commedia dai toni leggeri e drammatici per ridare speranza e per sensibilizzare alla salvaguardia delle bellezze del nostro Paese

Titolo: Ammen

Regia: Ciro Villano

Interpreti: Davide Marotta, Maurizio Mattioli, Elisabetta Gregoraci, Rosaria De Cicco, Simone Schettino, Tommaso Bianco

Durata: 90

Giudizio: ***

Vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se il prete di un piccolissimo paese campano iniziasse a rivelare ciò che gli viene detto in confessionale?

Probabilmente no, a meno che non soffriate di incubi terrificanti, ma Ciro Villano, regista e attore napoletano, lo ha fatto per portarlo sul grande schermo e ciò che ne è uscito è un’opera leggera ed ironica, senza infamia e senza lodi dalla morale però non banale ed attualissima.

La storia è semplice: in seguito ad un incidente automobilistico don Vincenzo (Maurizio Mattioli), prete della felice Montecalvo Irpino, comincia a tradire la fiducia dei suoi fedeli parrocchiani raccontando a chiunque ciò che gli è stato confidato in confessionale per più di 30 anni, trascinando l’intera cittadina in un susseguirsi di guai, incomprensioni ed equivoci tutti da ridere.

ammen

Se però in apparenza può sembrare che “Ammen” (traducibile dal napoletano come “è andato tutto bene”) sia poco più che la solita commedia italiana da quattro soldi, va senz’altro sottolineato come tale pellicola, una volta caduta la maschera leggera e scanzonata, si faccia carico di un messaggio tanto importante quanto ignorato dalla maggior parte delle persone: la tutela dell’ambiente.

Tra un segreto sacro ed un altro infatti don Vincenzo rivelerà anche un dettaglio che rischia di mettere a repentaglio la bellezza e la purezza della provincia campana, luogo magnifico ed incastonato nel verde, ora più che mai da difendere con coraggio e senza paure.

Opera che si sviluppa nei sensi, apparentemente inconciliabili, del comico e del drammatico, “Ammen” altro non è che un inno leggero in prima battuta ma profondo alla prova dei fatti alle amene località, talvolta nascosta ai più, di cui il nostro Paese abbonda e che per troppo tempo sono stati alla mercé di uomini senza scrupoli ed interessati solo ad un ritorno personale.

Battuta migliore: “io sono un soldato del signore!”

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Gli anni più belli
Andiamo al cinema
“Gli anni più belli”: dramma sentimentale per disegnare un’Italia che cambia
hamilton
La recensione
“Hamilton”: uno spettacolo teatrale a portata di streaming
signorelli esterno notte 2020
Angelo signorelli
Esterno Notte: “In sicurezza torniamo al cinema, è un bel segnale”
Generico luglio 2020
Ktm protek dama
Agostinelli, Vittone e Zanotti vestiranno l’Azzurro Nazionale
controlli spaccio droga
Polizia e finanza
Contrasto al consumo e spaccio di stupefacenti: 50 controllati
tenet
La recensione
“Tenet”: action movie cervellotico, spettacolare e palindromo da vedere tutto d’un fiato
non odiare gassmann
La recensione
“Non odiare”: drammatico racconto di un perdono storicamente impossibile
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI