Il mondo del “beauty”

Bergamo Scienza: come funzionano i cosmetici?

Un incontro live sui social rivolto al mondo scientifico concentrandosi sulla sfera cosmetica con la presenza dell'esperta Elena Accorsi Buttini

Giovedì 23 luglio su tutti i canali social di Bergamo Scienza è andata in onda una diretta condotta da Luca Perri (astrofisico) all’insegna della scoperta della scienza e della chimica che c’è dietro al mondo del “beauty”.

Ospite della live Prefestival di Bergamo Scienza “Non so stare scienza di…” Elena Accorsi Buttini, cosmetologa e farmacista specializzata in scienza e tecnologie cosmetiche che ha illustrato come funzionano i cosmetici.

Generico luglio 2020

Nelle richieste pre-live da rivolgere all’esperta è sorta la domanda sui parabeni che hanno scatenato una grande polemica nel mondo beauty ma esattamente che cosa sono? Sono così dannosi nei cosmetici?

“Sono degli ottimi conservanti, ottimi perché riescono a solubilizzarsi ed essere attivi in un intervallo di PH attraverso i quali vengono formulati i cosmetici. La nostra pelle ha un PH che viene chiamato PH fisiologico e tutti i prodotti che noi applichiamo sulla nostra pelle devono rispettarlo” afferma.

“Nel 2005 uscì uno studio a riguardo che lì definì “interferenti endocrini” significa delle sostanze che sono in grado di simulare i nostri ormoni e causare conseguenze spiacevoli.

L’uso di uno shampoo con parabene non porta per forza come conseguenza all’uso di un prodotto che ha un potere di interferente endocrino perché ad esempio la quantità è bassa, la quantità poi che riesce ad essere assorbita è trascurabile. Ricordiamo che tutti gli ingredienti che si trovano nei cosmetici sono regolamentati significa che c’è un organismo superiore che decide che cosa può essere utilizzato e le relative quantità, il tutto si basa su studi tossicologici molto approfonditi. È un comitato scientifico che lavora sulla prudenza e da consumatore posso stare tranquillo”.

Eppure si è scatenato un vero e proprio panico tra le persone comuni, un argomento che ha toccato tutti.

“Cinque parabeni sono stati vietati qualche anno fa. È una caratteristica positiva perché significa che il comitato scientifico è sempre attento e presente nel revisionare qualsiasi sostanza. Ci sono tantissime sostanze che tutti gli anni ciclicamente vengono risottopose a una valutazione della sicurezza. Dunque è consueto che ciclicamente possa uscire qualche sostanza dall’elenco degli ingredienti per formulare i cosmetici e questo ci deve rassicurare perché ci fa capire che è un sistema che funziona e ci tutela costantemente”.

Ma ogni volta che esce una sostanza dall’elenco scaturisce una polemica a riguardo, perché fino a quel momento le abbiamo usate e ora non possiamo più?

“Alcuni brand cosmetici ci navigano su queste cose e scrivono: senza parabeni. È un tipo di comunicazione forviante. Nella testa del consumatore fa pensare che in un altro cosmetico può esserci quella sostanza “dannosa”. È una modalità di fare pubblicità molto aggressiva e fa cattiva informazione, si vende attraverso la paura” dichiara Buttino. “Come scrivere “senza olio di palma” per quanto riguarda il cibo. In un futuro prevedo anche la dicitura: senza microplastica!”

“Sono dell’idea che: chi cura la comunicazione di un brand deve puntare su ciò che è contenuto e non su cosa non è contenuto!”

Ci sono altre sostanze di cui dobbiamo preoccupare se non dei parabeni?

“In primis dobbiamo capire il livello di esposizione a queste sostanze, anche nel momento in cui mangiamo ci si espone a numerose sostanze che possono essere dannose. La pelle è da considerare come un luogo di non assorbimento, è una barriera mentre l’intestino è un luogo di assorbimento. La pelle fa tutto il necessario per non assorbire qualcosa”.

Ma allora perché si usano le creme?

“Quando dicono questa crema “penetra in profondità” sorge un interrogativo, i cosmetici funzionano perché restano in superficie ed è lì che devono restare! La definizione dello stesso regolamento europeo dice che: il cosmetico è una sostanza che esprime la sua funzione una volta che viene applicata rimanendo in superficie”.

Generico luglio 2020

Come funziona una crema idratante allora?

“La crema idratante non apporta acqua, ma impedisce all’acqua già presente nella pelle di poter evaporare”.

Si è discusso anche sulle creme solari: quanto nella formulazione di creme solari si bada alla salute ambientale?

“Vanno di pari passo. Gli ingredienti che vengono valutati come sicuri come già dicevamo per l’uomo in automatico si pensano anche per tutelare la salute della flora e della fauna. La questione è: quanto del solare applicato sulla pelle può essere disperso in mare? Si tratta di sostanze che possono andare a fondo ma hanno un profilo in genere idrofobico dunque buona parte resta sulla superficie del mare”.

Una domanda ha riguardato anche l’acqua micellare, viene fatta una pubblicità ingannevole a riguardo?

“È uno struccante al pari del latte micellare. L’acqua micellare è un sistema costituito da una parte grassa e da una parte acquosa solamente che la grandezza della micella è al di sotto della soglia di percezione che noi abbiamo, la luce riesce a passare e dunque noi la vediamo come acqua, in realtà sono delle micelle. Invece se prendiamo ad esempio il sapone per le mani la grandezza delle micelle è molto più grande e dunque non permette il passaggio della luce e lo vediamo bianco. Dunque l’acqua micellare è “un’acqua saponata”.

Infine si è posta una domanda di genere: quanto è vero che c’è una differenza in termini di ricerca e formulazione fra un prodotto femminile e maschile? È una questione di marketing o si sta sviluppano una prospettiva di cosmesi di genere?

“Ci sono delle differenze legate al packaging, alla comunicazione del prodotto. Poi c’è una questione legata alla texture, le quali per gli uomini sono diverse, è tendenzialmente più asciutta per una questione culturale probabilmente più che di genere ma la stessa crema può essere usata anche da una donna se piace. Anche la questione fragranza è rilevante in questo momento poiché vengono sviluppate a metà strada tra uomo e donna, non c’è più una nota di genere ben precisa”.

Una live di Bergamo Scienza all’insegna di un mondo quello della cosmesi così affascinante e ricco di curiosità per tutti i gusti!

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI