BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sicurezza Cre e scuole, Emergency collabora con quattro comuni bergamaschi

Verdellino, Levate, Ciserano e Osio Sopra si sono affidati all'associazione umanitaria per una consulenza specializzata circa le misure di igienizzazione e prevenzione, la gestione del flusso sporco-pulito e le misure di compartimentazione

Emergency si unisce a “Comunità della Salute”, un progetto di quattro Comuni della provincia di Bergamo – Verdellino, Levate, Ciserano e Osio Sopra – nato per creare una struttura sovracomunale con lo scopo di sviluppare strategie condivise di contrasto alla circolazione del virus Covid-19, di coordinare i vari livelli di risposta all’emergenza e migliorare il benessere dei cittadini.

Il primo obiettivo di “Comunità della Salute” è stata la riapertura in sicurezza dei centri estivi, uno dei temi più delicati ma finora poco affrontati nella fase post-emergenza.

Il lavoro svolto dal team di Emergency è stato poi propedeutico al secondo obiettivo del progetto che riguarda, invece, la riapertura in sicurezza delle scuole nei quattro comuni bergamaschi. I centri estivi e le scuole non sono, infatti, solo parcheggi dove tenere i bambini mentre i genitori lavorano ma luoghi di formazione, dove una generazione deve poter crescere senza paura dell’epidemia e con gli strumenti per affrontarla in maniera consapevole.

Per questo motivo, Emergency mette al servizio l’esperienza maturata in questi mesi in prima linea nella lotta contro il Covid-19 e ha già effettuato sopralluoghi e sessioni di formazione nei centri e nelle scuole dei comuni aderenti.

“È proprio quando l’emergenza sembra essere alle spalle che serve pianificare la prevenzione ed è per questo che abbiamo deciso di collaborare al progetto – dichiara Leonardo Radicchi, coordinatore logistica Emergency Covid-19 -. Un sistema comune di risposta può limitare al massimo la circolazione inconsapevole del virus nella comunità. Dobbiamo insegnare al personale come igienizzare i luoghi pubblici, come gestire in modo più efficace l’accesso ai servizi sociali e di comunità, come agevolare e velocizzare il lavoro delle aziende sanitarie”.

Emergency offrirà, quindi, alle strutture comunali una consulenza specializzata circa le misure di igienizzazione e prevenzione, la gestione del flusso sporco-pulito e le misure di compartimentazione. Le squadre dell’associazione, composte sia da personale sanitario che da personale logistico, avranno anche il compito di formare gli operatori sulla adeguata gestione degli spazi, sulla sanificazione degli ambienti, sulle norme igieniche e sull’eventuale gestione degli isolamenti.

L’obiettivo a medio termine del progetto è, inoltre, quello di predisporre un vero e proprio “Centro di Salute diffuso per la Comunità” che possa rispondere tempestivamente ai bisogni sanitari dei cittadini, rafforzando la medicina di prossimità e sviluppando misure di contrasto all’epidemia attraverso la creazione di materiale formativo e informativo.

“Ovviamente speriamo che non ci sarà una seconda ondata epidemica ma, nel caso, questa volta vogliamo essere pronti. Ci siamo rivolti ad Emergency perché sappiamo che sa fare bene dove c’è bisogno e per questo siamo estremamente felici di averli qui” ha dichiarato Edilio Pelicioli, sindaco di Osio Sopra e membro del direttivo di “Comunità della Salute”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.