BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Precipitazioni intense e abbondanti, Centro meteo Lombardo: “Scatta l’allerta” previsioni

Più informazioni su

Il Centro meteorologico lombardo in un bollettino pubblicato nel tardo pomeriggio di giovedì 23 luglio annuncia l’arrivo di persistenti temporali.

Siamo alla porte di una giornata particolarmente “complicata” sotto il profilo del rischio temporalesco. VENERDÌ 24 LUGLIO 2020, già nella notte o comunque entro l’alba, i nostri settori prealpino-pedemontani e padani vedranno la progressiva attivazione di celle temporalesche sparse, localmente molto intense, in grado di riversare ingenti quantità di pioggia in poco tempo (picchi fino a 100mm in 4 ore).
Benché qualche isolato temporale possa attivarsi già tra poco (in serata di giovedì 23) sulle Retiche centro-orientali e aree limitrofe (specie Valtellina, alta Val Camonica), la “fase clou” prenderà vita nella tarda notte su venerdì, evoluzione che andrà monitorata con estrema attenzione (http://cml.to/radar).
Massima criticità idraulica, dunque, per i settori evidenziati in colore viola nella mappa allegata, con particolare attenzione:
1) alla fascia pedemontana CO-LC-BG già nel corso della prossima notte;
2) al basso Varesotto, Brianza e Milanese attorno all’alba e primissimo mattino;
3) ai restanti settori pedemontani e padani lombardi in primo mattino.
Al di là dei dettagli spiccioli sul dove e sul quando (nessuno potrà mai sapere dove avranno luogo di preciso le maggiori criticità, perché la distribuzione pluviometrica – come di consueto con i temporali – è sempre aleatoria e impredicibile, a picchi puntuali contrapposti a zone quasi asciutte), vorremmo che fosse chiara una cosa: è una situazione potenzialmente alluvionale.

Che fare?
Allarmarsi no, ma prepararsi sì.

Quindi: attenzione a tutti i luoghi interrati o ribassati (cantine, garage, etc), ai sottopassi, alle rogge e in generale ai corsi d’acqua a regime torrentizio, insomma a tutte quelle situazioni che, nella vostra esperienza, in occasione di recenti nubifragi importanti e persistenti hanno determinato una condizione di pericolo.

Nessuno meglio di voi stessi conosce la fragilità del territorio che lo ospita. Fate tesoro della vostra esperienza e regolatevi di conseguenza. Ricordatevi che non è tanto la violenza dei fenomeni meteo a provocare i peggiori casini, quanto la mancata (o parziale) consapevolezza di quanto potrebbe accadere. Arrivare preparati è un vantaggio gigantesco, dall’importanza sempre sottovalutata.

Ciò precisato: benché il problema principale siano i probabili allagamenti lampo, sussistono altre due criticità secondarie. Ossia:
1) gradine anche di medie dimensioni in fascia prealpino-pedemontana e alte pianure occidentali (specie basso VA, MB e LC-BG);
2) forti colpi di vento specialmente nella successiva estensione mattutina dei temporali alle pianure centro-orientali e meridionali (CR-BS-MN);

A seguire, nel corso della mattinata, i fenomeni tenderanno a traslare verso oriente, dunque entreremo in una fase di mitigazione dei fenomeni temporaleschi, con al più rovesci residui nei settori lombardi meridionali e orientali.
Nel primo pomeriggio, tuttavia, un nuovo impulso instabile determinerà ancora rovesci e temporali sparsi in particolare a ridosso dei rilievi alpini e prealpini e adiacenti pedemontane, dove è possibile localmente la caduta di grandine (ma di piccole dimensioni).
Nota importante: questa seconda fase pomeridiana è molto poco predicibile oggi perché intimamente legata alla disponibilità locale di soleggiamento dopo che i fenomeni prefrontali mattutini avranno liberato i nostri cieli. Fatta salva questa tendenza di massima, preferiamo quindi fornirvi un eventuale avviso più circostanziato entro domattina.

La serata di venerdì dovrebbe essere “salva” su quasi tutti i settori (schiarite sotto ingresso d’aria stabile da ponente), con residui rovesci possibili su Retiche orientali, Valcamonica e Gardesano.

Temperature in temporaneo ma (molto) apprezzabile calo. Sabato 25 stabile e soleggiato dai monti al piano, estivo ma con massime tutto sommato gradevoli (al più 30°C e spicci a fondovalle).

Domenica 26 un po’ più capricciosa, con transito di nubi medio-alte al mattino a cui seguirà moderata instabilità pomeridiano-serale sui rilievi alpini e prealpini, con qualche isolato rovescio o temporale.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.