Quantcast
Conte: "Momento storico per Italia e Ue, abbiamo grandi responsabilità" - BergamoNews
Sì al recovery fund

Conte: “Momento storico per Italia e Ue, abbiamo grandi responsabilità”

Il presidente del Consiglio dopo l'accordo al vertice: "Sono orgoglioso di questo risultato, sono orgoglioso di essere italiano"

“Momento storico per l’Europa, per l’Italia. La determinazione con cui abbiamo perseguito questo obiettivo è stata premiata: 750 miliardi di cui il 28 per cento, una buona parte, vale a dire 209 all’Italia, addirittura migliorato rispetto a quanto si prospettava all’inizio, soprattutto sui prestiti che passano da 91 a 136 miliardi”.

Dopo l’intesa sull’accordo al vertice europeo, il presidente del consiglio Giuseppe Conte, alle 6 di martedì, parla con i giornalisti: “Abbiamo grandi responsabilità: con questi soldi abbiamo la possibilità non solo di ripartire, ma di cambiare volto al nostro Paese con la crescita economica nel segno delle sviluppo sostenibile: più verde, più digitale, più innovativa, più inclusiva. Con più ricerca e infrastrutture. Abbiamo agito per l’Italia, ma anche per tutelare le prerogative della struttura comunitaria, per tutelare la genuina vocazione del progetto europeo facendo prevalere la logica delle alternative ai veti incrociati”.

Conte poi passa ai ringraziamenti: “Ringrazio tutte le forze di maggioranza che mi hanno sostenuto unite, ma anche le forze di opposizione, soprattutto alcuni esponenti (e qui si riferisce a Giorgia Meloni di FdI) che hanno compreso la portata storica di queste trattative. Ma grazie a tutti gli italiani: ho avvertito forte il sostegno di tutta la comunità nazionale”.

“Non ho mai pensato – dice rispondendo a una domanda – che tutto potesse saltare; c’era una linea rossa che non avrei mai lasciato venisse oltrepassata. Perché è impensabile che un singolo Paese possa bloccare tutta l’Europa, non si dà a nessun Paese la possibilità di invadere le competenze della commissione Ue”.

Sul Mes, che il segretario del Pd Zingaretti lunedì aveva di nuovo chiesto, risponde: “Ne abbiamo discusso tanto e ne continueremo a parlare. Il Mes non è il nostro obiettivo, l’obiettivo è trovare gli strumenti migliori per il nostro Paese. Il piano che ci dà 209 miliardi è l’assoluta priorità: con prestiti molto molto vantaggiosi. Spero che questo contribuisca a distrarre l’attenzione morbosa che circonda il Mes”.

“Sono orgoglioso di questo risultato, sono orgoglioso di essere italiano” conclude il presidente del Consiglio.

https://www.facebook.com/GiuseppeConte64/videos/306078173867001

 

 

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
vertice europeo
Il vertice
All’alba l’accordo storico dell’Ue: recovery fund di 750 miliardi, all’Italia 209
misiani europa ue
Il commento
Misiani e il Recovery fund: “Abbiamo il dovere di utilizzare al meglio queste risorse”
Antonello Pezzini
L'intervista
Pezzini: “I fondi dell’Europa all’Italia? Per una rivoluzione green: non sprechiamoli”
misiani europa ue
L'intervento
Misiani: “Nella crisi più grave del dopoguerra dall’Ue una grande risposta comune”
Ciclabile Bergamo
Mobilità
Novità per le due ruote a Bergamo: in centro arrivano le corsie ciclabili
mascherina coronavirus
Contro il covid
Decreto di agosto: restano le precauzioni fino al 7 settembre
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI