Quantcast
Intesa-Ubi, Patto dei Mille: "Valorizzazione del patrimonio insufficiente" - BergamoNews
Credito

Intesa-Ubi, Patto dei Mille: “Valorizzazione del patrimonio insufficiente”

Secondo il Patto dei Mille: se l'Ops di Intesa andasse in porto, Ubi banca scompare e significherebbe che "Bergamo, non ha più una sua presenza finanziaria. Prima poteva contare su tre istituti di credito. Si può dire che assistiamo a un depauperamento delle potenzialità economiche della città".

Si riunirà martedì 21 luglio il cosiddetto Patto dei Mille, l’intesa tra le grandi famiglie storiche di Bergamo chiamate a pronunciarsi sul rilancio di Ca’ de Sass che nell’ops per Ubi ha aggiunto per ciascuna azione di Ubi Banca oltre a 1,7 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo un premio in denaro pari a 0,57 euro.

Alberto Barcella vicepresidente del Patto ritiene che quanto messo sul piatto dall’istituto guidato da Messina “è un passo avanti – afferma all’agenzia e del patrimonio di Ubi non è ancora soddisfacente; se si fanno proiezioni sulla redditività futura il discorso cambia, ma qui si aprono visioni diverse”. Secondo Barcella vi sono però altre difficoltà sul percorso di questa operazione: “c’é è il rischio -sottolinea- che si rimanga a metà del guado, cioè che non si arrivi al 66,7% ma si resti nella forbice poco sotto questa soglia e poco sopra il 50, ecco in questo caso si andrebbe incontro a situazioni di governance molto difficili”.

Ma non solo. L’Ops in porto con Ubi banca che scompare significherebbe che “Bergamo, non ha più una sua presenza finanziaria. Prima poteva contare su tre istituti di credito. Si può dire che assistiamo a un depauperamento delle potenzialità economiche della città”. Perché il processo di concentrazione tra istituti ”è in atto da anni, ma con la crescita dimensionale c’è una spersonalizzazione del rapporto, un
allontanamento dal territorio che, come in tutte le scelte economiche, può portare a dei vantaggi come una maggiore efficienza, ma sconta
anche una minor conoscenza specifica del territorio e delle esigenze della clientela. E sulla bilancia quando si fanno operazioni di questo tipo si devono sempre mettere i pro e i contro”.

In questo caso l’ops “non è un bene per la città”. E da affrontare ci sarà anche la questione del personale “che diventerà un problema
perché si può dire con quasi certezza che subirà un ridimensionamento”.

Adesso il Patto dei Mille “si riunirà martedì prossimo e prenderà una decisione che comunque non è vincolante in quanto i pattisti non sono vincolati al rispetto di una scelta fatta dal patto, c’e la massima libertà”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
cattolica
Credito
Cattolica: il Cda aderisce all’offerta di scambio su Ubi Banca
Generico giugno 2020
L'operazione
Ubi Banca investe in Green Arrow Capital
banca intesa ubi banca
L'ops
Intesa Sanpaolo-Ubi Banca: ultimo round in Antitrust, verdetto a fine luglio
banca intesa
L'annuncio
Acquisizione del controllo di Ubi Banca, via libera dalla Bce a Intesa San Paolo
Ubi
Banche
Ubi Banca a Consob: “Condizioni cambiate, l’Ops di Intesa è divenuta inefficace”
banca intesa
L'ops
Intesa Sanpaolo-Ubi Banca, il parere dell’Antitrust è atteso per fine giugno
Credito
Intesa Sanpaolo, perfezionata la fusione per incorporazione di Banca Imi
palazzo ubi
La precisazione
Ubi: “Se non avrà il 66,67% Intesa non potrà imporre dismissioni”
patto dei mille
La posizione
Ubi, Patto dei Mille: “Soci liberi di aderire all’Ops di Intesa”
Ubi banca moratti
Il cda di ubi
“L’offerta di Intesa non riconosce il valore complessivo di Ubi Banca”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI