Monasterolo e Zandobbio, due arresti per droga: sequestrato un chilo di stupefacenti - BergamoNews
Le operazioni

Monasterolo e Zandobbio, due arresti per droga: sequestrato un chilo di stupefacenti

In manette un uomo e una donna: il primo era in affidamento in prova ai servizi sociali, la seconda ai domiciliari per reati sempre inerenti la droga.

Due arresti per droga, uno a Monasterolo del Castello e uno a Zandobbio, con contestuale sequestro di un chilo di sostanze stupefacenti.

Nelle scorse ore i carabinieri della compagnia di Clusone sono stati protagonisti di due differenti interventi, nei confronti di personaggi noti e già sottoposti a misure cautelari per traffici relativi alla droga.

A Monasterolo del Castello la sezione operativa di Clusone ha arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti un 32enne, convivente, che al momento si trovava sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali di Bergamo: a casa sua i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato 318 grammi di metanfetamina, 506 grammi di marijuana e 14 grammi di hashish.

Il ragazzo è stato anche denunciato in stato di libertà perchè trovato in possesso di una banconota contraffatta da 50 euro.

A Zandobbio, invece, i militari della sezione radiomobile di Clusone e della stazione di Lovere, hanno arrestato una donna di 44 anni, disoccupata, già agli arresti domiciliari.

Durante la perquisizione sono stati infatti trovati 162 grammi di cocaina e circa 8mila euro in contanti provento di attività illecita.

Entrambi gli arrestati sono stati portati in carcere a Bergamo.

leggi anche
  • La perquisizione
    Due chili di droga in casa e piantine di marijuana: due arresti a Gorle
    polizia
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it