BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviolo, blitz in ditta: farmaci scaduti dal 1993 e videosorveglianza abusiva

Il titolare è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria

Attività congiunta di Polizia locale e Ufficio tecnico Comunale di Treviolo finalizzata alla tutela dei lavoratori di una ditta, il cui titolare è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria.

Nel corso del controllo, gli operatori hanno rinvenuto una cassetta di primo soccorso contenente prodotti scaduti dal 1993 al 2008, alcuni estintori privi di regolare revisione periodica e in pessime condizioni di manutenzione.

Le attività ispettive hanno interessato anche il documento aziendale di valutazione dei rischi, risultato privo di requisiti essenziali e degli aggiornamenti obbligatori legati all’emergenza coronavirus, nonché l’accertamento dell’assenza della prescritta segnaletica obbligatoria e il rispetto delle condizioni lavorative degli addetti.

L’attività d’indagine ha portato anche all’individuazione di un sistema di videosorveglianza che, seppur al momento non funzionante, è risultato privo di autorizzazione all’esercizio da parte dell’Ispettorato del lavoro e delle formalità previste dal Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati.

L’attività congiunta degli uffici ha permesso di rilevare la presenza di un appartamento realizzato all’interno del sottotetto, in assenza di titolo abilitativo e, seppur abitato, privo dei requisiti minimi in termini di igiene e sanità, oltre all’ampliamento di una unità abitativa posta al piano terra.

Il sindaco Pasquale Gandolfi esprime “profonda gratitudine al pubblico ministero Silvia Marchina e alla Procura di Bergamo per aver coordinato le indagini e ai propri Uffici per aver riportato la legalità, specie in questo particolare momento, a garanzia dei lavoratori”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.