BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Moto d’acqua, anche la figlia di Michele Cadei inizia a gareggiare

Dodici anni appena computi e la giovane Nicole, allenata dal padre pluricampione italiano e internazionale, è la nuova promessa del settore

L’adrenalina è un’emozione che non conosce età. Corre veloce, sferza il corpo, non dà tregua la notte e impone quella concentrazione che punta dritta a un unico obiettivo: la vittoria. Ne sa qualcosa il campione bergamasco Michele Cadei che in sella alla sua Kawasaki 1500 Turbo ha vinto di tutto, in Italia come in Europa, e ha conquistato anche la medaglia d’argento ai campionati del mondo.

Eppure oggi – alla vigilia del debutto di sua figlia Nicole nel Campionato Italiano di Moto d’Acqua nella categoria Juniores – Michele si sente come il giorno della sua prima gara. “È una sensazione indescrivibile” dichiara il campione di Cenate Sotto che sabato e domenica 18 e 19 luglio, i giorni delle gare che si terranno a Porto Cesareo (nel Leccese), sarà presente nelle duplici vesti di atleta (ovviamente nella sua categoria Runabout F1 Endurance) ma anche in quelle di allenatore per la sfida più bella: il debutto della sua primogenita.

“Io e papà di moto d’acqua parliamo sempre, in continuazione e in ogni momento della giornata” si annuncia così, Nicole Cadei con il sorriso fresco e radioso dei suoi 12 anni, appena compiuti il 13 luglio, che è anche l’età minima per ogni atleta di moto d’acqua per poter gareggiare. Un entusiasmo contagioso, quello di Nicole, che inorgoglisce papà Michele e che, del resto, pare un’ulteriore conferma di un destino sportivo già scritto nel DNA di questa famiglia: Nicole è infatti nata a Desenzano del Garda nel 2008, mentre il papà e la mamma Jonida si trovavano sul lago per un allenamento. Il primo contatto di Nicole con la moto d’acqua è nel marsupio di Michele a meno di un anno di vita. Per poi bruciar velocemente le tappe: a soli 9 anni esordisce all’Idroscalo di Milano come più giovane rider italiana della disciplina Hydrofly. E da due anni è già in sella alla sua personale moto d’acqua, una Sea Doo Spark color militare che dopo la gara pugliese si rivestirà di una nuova livrea color rosa fluo. Nicole gareggerà con il numero 5, proprio come papà Michele.

“Mi piace la sensazione inebriante del vento e della velocità che mi dà la mia moto d’acqua ogni volta che accelero” dichiara con entusiasmo Nicole che nella sua prima gara incontrerà altri ragazzi della classe 12-14 anni, maschi e femmine insieme, che provengono da tutta Italia. Come da regolamento per le categorie Juniores, sulle moto d’acqua dei partecipanti verranno installate delle centraline depotenziate per ridurne la velocità. Ma c’è da scommettere che per la “big family” Cadei, come scherzosamente amano chiamarsi, sarà davvero indimenticabile partecipare tutti insieme, secondo copione – atleti sia ragazzi che adulti – al primo briefing la vigilia delle gare. Due saranno le manche in acqua, in un percorso a boe, che vedranno impegnata la giovane promessa della moto d’acqua, Nicole Cadei, entrambe di 10 minuti, la prima il sabato quindi domenica prossimi. Per prepararsi a quest’importante appuntamento, Nicole si è impegnata a lungo in costanti allenamenti: insieme al team Jet-Fly, tutte le domeniche Nicole è al laghetto di Castelletto di Branduzzo in provincia di Pavia, ma anche due volte la settimana in palestra sempre sotto la guida esperta di papà Michele.

“Papà Michele è un allenatore severo, ma con lui mi piace sempre confrontarmi ed è speciale perché posso farlo in ogni momento della giornata. Papà mi dà la carica e l’energia, ma soprattutto dei buoni consigli”. Studente – il prossimo anno – di seconda media, Nicole inaugura con la tappa di Porto Cesareo un ricchissimo carnet di appuntamenti sportivi che solo nei mesi di settembre e ottobre la porteranno a gareggiare a Olbia (OT), Anzio (RM), Rimini (RN) e poi Napoli (per il Campionato Italiano juniores), ma anche in Repubblica Ceca per il Campionato Europeo Alpe Adria sempre nella categoria giovanile. A fare il tifo per lei, in Puglia, ci sarà la sua intera “big family” con in testa la sorellina Chloé, 7 anni, che ama sfrecciare in moto d’acqua insieme a papà Michele e che lo incita al grido: “Io vado a tutto gas”.

“I valori dello sport – è la sintesi del campione Michele Cadei – uniscono e riavvicinano. È importante insegnare ai ragazzi l’amore per una disciplina sportiva che anzitutto è disciplina di vita. Lo sport va affrontato con divertimento, aspetto fondamentale questo alla loro età, unito però a un’educazione al rispetto delle regole. Certo, puntando poi a vincere”.

Con una famiglia unita dalla contagiosa passione per la moto d’acqua, Michele Cadei è oggi alla ricerca, con il supporto della Regione Lombardia e della Provincia di Bergamo, di uno specchio d’acqua tra le terre della sua Bergamo dove potersi allenare insieme al suo team (bergamasco) Jet-Fly. “E la vera sfida – conclude Michele Cadei che è anche Fiduciario del Coni per Bergamo, nonché istruttore federale della Federazione Italiana Motonautica – è dare vita a una vera e propria scuola di moto d’acqua e Hydrofly ‘made in Bèrghem’ ora che tutte le diverse categorie sono rappresentate: sarebbe un traguardo importantissimo per la nostra amata città e una sfida per cementare ancor di più questo bellissimo sport tra la nostra gente”.

In sintesi

Nicole Cadei, di Cenate Sotto, è nata nel 2008 ed è la giovanissima promessa della moto d’acqua italiana. Si allena sotto la guida del papà Michele, pluricampione italiano e internazionale. A 9 anni è stata la più giovane rider italiana nella disciplina Hydrofly. Guida una Sea Doo Spark e corre con il numero 5, proprio come papà Michele. Il suo debutto, allo scoccare del 12° anno (età minima per gareggiare con le moto d’acqua), è a Porto Cesareo (LE) il 18 e il 19 luglio 2020 nel Campionato italiano categoria Juniores. Le prossime gare che la vedranno impegnata sempre per il campionato italiano saranno a Olbia (OT), Anzio (RM), Rimini (RN) e Napoli. In Repubblica Ceca, invece, il suo debutto nel Campionato Europeo Alpe Adria.
Michele Cadei, 46 anni di Casazza ma residente da anni a Cenate Sotto, è pluricampione italiano e internazionale di moto d’acqua. È dello scorso febbraio la medaglia d’argento conquistata al Campionato del Mondo che si è disputato negli Stati Uniti. È di domenica 28 giugno 2020 l’ultima vittoria alla tappa di Zagabria, in Croazia, del Campionato Europeo Alpe Adria.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.